Fuggi dalla città e scegli una giornata al mare (anche in inverno)

I benefici di una giornata al mare? Tanti, davvero tanti. Non solo ne guadagna la salute, ma soprattutto l’umore. Ecco perchè oggi, nella rubrica Ohga Active, non posso fare a meno di invitarti a staccare la spina e organizzare una fuga dalla ittà. Destinazione mare.
Rubrica a cura di Gaia Cortese
4 marzo 2019

L’infrangersi delle onde sulla spiaggia. I gabbiani che stridono sugli scogli. La brezza proveniente dal mare che fa pizzicare il naso. Chi ha detto che per andare al mare bisogna aspettare la bella stagione? Perché perdersi tutto questo per undici lunghi mesi all’anno? Una follia.

Se hai bisogno di una carica di benessere, quello che devi fare è organizzarti una giornata al mare. Anche in inverno. Dicerie? Affatto. I molteplici studi sul potere dell'acqua sulla mente umana sono stati raccolti nel libro (dal titolo un po' lungo) “Blue Mind: The Surprising Science That Shows How Being Near, In, On, Or Under Water Can Make You Happier, Healthier, More Connected, And Better At What You Do” del biologo Wallace J. Nichols. Il libro rivela come questo elemento sia in grado di stimolare il cervello che, reagendo alla presenza dell’acqua, produce dopamina, serotonina e ossitocina, sostanze che contribuiscono a produrre la sensazione di felicità.

Il mare è un’iniezione di benessere, non solo dal punto di vista fisico, ma anche da quello psicologico. E per questo motivo la fuga dalla città che inevitabilmente occorre mettere in atto di tanto in tanto per scappare dal grigiore urbano, deve avere come meta una località di mare. Gli effetti positivi del mare sono immediati: basta veder comparire per un attimo quella sconfinata distesa blu che si perde nel cielo, per stare subito meglio.

Dalla cromoterapia alla talassoterapia

Secondo la cromoterapia il colore blu è in grado di diminuire la pressione arteriosa, i battiti del cuore e il ritmo del respiro; in generale ha un effetto rilassante e proprietà calmanti, tanto da essere indicato per combattere gli stati di ansia, lo stress, l’insonnia e l’irritabilità. Il mare porta con sé gli effetti salutari della talassoterapia, il cui termine deriva dal greco thalassa (mare) e thérapeia (trattamento), e indica una forma di terapia basata sull'azione curativa del mare, del clima e dei prodotti dell’ambiente marino (sabbia, alghe e fanghi).

Non si può essere infelice quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento.

Irène Némirovsky

La talassoterapia si basa sull’idea che l'acqua di mare abbia una composizione quasi sovrapponibile a quella del plasma umano e che i sali e gli oligoelementi che contiene, siano facilmente assorbibili dal paziente attraverso i pori della pelle. L'assimilazione di questi oligoelementi e sali permetterebbe di favorire il ripristino dell'equilibrio dell'organismo, aumentando anche le resistenze alle aggressioni esterne e producendo effetti stimolanti e rivitalizzanti.

Lo iodio

Anche l’aria di mare ha effetti salutari sull’organismo. Non c’è pediatra al mondo che non consigli di portare i bambini piccoli al mare. Quanto tempo? Il più possibile. A sentire il pediatra di famiglia anche sorbirsi il traffico del rientro domenicale in autostrada, pur di portare la prole a respirare un po’ di iodio.

E sì, perché si dice che c’entri anche lo iodio. Minerale indispensabile per l’organismo umano, lo iodio è presente negli ormoni prodotti dalla tiroide (tiroxina e triiodotironina) responsabili dei processi metabolici del corpo (ecco perché spesso capita di sentire che un aumento del peso possa essere dovuto ad un malfunzionamento della tiroide). Lo iodio mantiene l’organismo in equilibrio e in forma, evita l’accumulo di grassi o anche un eccessivo calo di peso, regola la temperatura corporea, la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca.

Sono stato felice ovunque ho potuto vedere l’oceano.

Ai Yazawa

In verità diversi studi hanno messo in dubbio questa credenza, ossia che respirare l’aria di mare, ricca di iodio, facesse così bene. Sono stati confrontati abitanti di città di mare con abitanti dell’entroterra e non sono state riportate grandi differenze tra gli uni e gli altri in termini di quantità di iodio.

Eppure chi rinuncerebbe a un piattino di spaghetti allo scoglio trovandosi al mare? La risposta si nasconde qui. Quando ti trovi al mare sei portato inevitabilmente a mangiare più pesce e questo sì, incide sulla quantità di iodio assorbita dal tuo organismo.

Un anti-stress naturale

Se è dimostrato che camminare sul bagnasciuga migliora la circolazione e la microcircolazione, oltre le funzioni del sistema linfatico, quello che più è evidente di una giornata trascorsa in riva al mare è l’effetto sull’umore. Non sembra vero che solo quello che trasmette il mare attraverso i sensi della vista e dell’udito, possa fare tanto bene a livello psicologico. Il mare rilassa, ma allo stesso tempo rigenera. Perché mai dovresti aspettare che gli stabilimenti mettano fuori sdraio e ombrelloni, per trascorrere una giornata al mare? Soprattutto in inverno, è bellissimo.

Questo articolo fa parte della rubrica
Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…