I farmaci per la puntura di medusa: quali sono e quando dovresti prenderli

Il mare è popolato di tanti esseri viventi. Quando veniamo a contatto con loro possiamo andare incontro a morsicature, ustioni, ecc. Tra le punture più comuni durante il periodo estivo troviamo quelle delle meduse. I tentacoli urticanti sono in grado di rilasciare delle tossine che scatenano subito la risposta infiammatoria del nostro corpo.
Dott.ssa Chiara Speroni Dottoressa in Farmacia
15 luglio 2020 * ultima modifica il 15/07/2020

Con l'arrivo delle vacanze o del bel tempo, organizziamo spesso gite al mare. Ci dimentichiamo, però, che il mare è popolato di molte specie di pesci, molluschi, ecc sottovalutando l'impatto che possono avere sulla nostra pelle se ne venissimo a contatto. Quante volte siamo stati punti da una medusa mentre nuotavamo?

Farmaci per le punture di meduse

Che cosa fare

Per prima cosa dobbiamo uscire immediatamente dall'acqua e farci aiutare nell'eventuale rimozione dei tentacoli e ripulire la zona con abbondante acqua salata.

Cosa sono le meduse?

Le meduse sono animali marini dall'aspetto gelatinoso appartenenti al phylum dei Cnidari, forse li conosci come celenterati. Il loro corpo è costituito per la maggior parte di acqua (circa il 98%). Puoi immaginarle a forma di sacco formato da due strati cellulari: uno esterno che ha funzione protettiva ed uno interno che ha funzione digestiva. Tra questi due strati è presente una sostanza gelatinosa. Il corpo della medusa presenta una sola cavità che comunica con l'esterno mediante un'apertura che è caratterizzata da tentacoli. I tentacoli, sappiamo tutti, essere urticanti. Per la medusa questi sono importanti sia come difesa sia come attacco in quanto in grado di rilasciare tossine. A seconda della specie di medusa, il liquido urticante può essere più o meno dannoso. Questo è costituito da 3 proteine:

  • ipnotossina con effetto anestetico e quindi paralizzante sulla preda
  • talassina con effetto allergenico che causa una riposta infiammatoria nella preda
  • congestina in grado di paralizzare l'apparato circolatorio e respiratorio della prenda

Non tutte le meduse, abbiamo detto avere lo stesso potere urticante, alcune non presentano elevato potere irritante (es. quelle del nostro Mar Mediterraneo), altre invece possono condurre a morte per shock anafilattico (es. meduse del sud-est asiatico, Oceania, golfo del Messico).

Sai, le tossine prodotte sono in grado di aumentare la produzione di ossido nitrico da parte delle cellule endoteliali con conseguente vasodilatazione ed ipotensione. Inoltre, sono in grado di aumentare l'entrata di calcio sia a livello muscolare (quindi anche a livello cardiaco) sia delle delle cellule nervose. Questo è molto importante, poiché se ci dovessimo trovare in presenza di una puntura di medusa ai primi sintomi importanti che coinvolgono l'apparato cardiovascolare o nervoso bisogna correre al pronto soccorso. Le tossine infine presentano attività emolitica, altro motivo per cui è importante recarsi da un medico.

Da quello che abbiamo detto puoi capire che una volta punti da una medusa quello che succede è una risposta infiammatoria acuta del nostro corpo caratterizzata da:

  • eritema
  • gonfiore
  • vescicole
  • bolle
  • bruciore
  • dolore

I rimedi

Questa reazione è prodotta dal liquido urticante dei tentacoli della medusa sulla nostra pelle. Quando usciamo dall'acqua punti da una medusa, quante volte il il bagnino è venuto in nostro soccorso con una bacinella di ammoniaca? Eh si i primi rimedi sono:

  • soluzioni a base di ammoniaca
  • soluzioni a base di bicarbonato di sodio
  • soluzioni a base di aceto 

La loro funzione è proprio quella di andare a lenire l'azione urticante provocata dal celenterato. Questi però non riescono a far passare il dolore, il quale può essere attenuato con anestetici.

Gli antistaminici

I primi farmaci che puoi applicare come automedicazione sono gli antistaminici di classe H1. Questi puoi trovarli in forma di crema per applicazione cutanea o per somministrazione orale:

  • desclorfeniramina uso topico
  • prometazina uso topico
  • cetirizina
  • desloratadina
  • fexofenadina
  • levocetirizina
  • loratadina

Ti ricordi che abbiamo detto che l'istamina è un potente mediatore delle reazioni infiammatorie e delle reazioni allergiche (es. orticaria). Quando il nostro organismo produce istamina, la fa inattivare e conservare nei granuli di mastociti e basofili. Dopo uno stimolo es. raggi UV, punture di insetto, ortica, orticaria, farmaci, alimenti, ecc, l'istamina viene rilasciata da questi granuli attivandosi. Una volta attiva ed in circolo esplica le sue funzioni fisiologiche come fuoriuscita di plasma dai vasi contenente mediatori dell'infiammazione acuta ed anticorpi. Inoltre, è in grado di stimolare le terminazioni nervose sensitive specialmente le fibre del dolore e del prurito. Queste reazioni sono mediate dal recettore dell'istamina di tipo 1, H1, uno dei recettori specifici per questo mediatore. Capisci dunque il perché dell'utilizzo di questi farmaci in grado di bloccare il recettore H1 siano così importanti.

I cortisonici

Qualora l'antistaminico non sia abbastanza potente si possono ricorrere ai cortisonici sia per uso topico che per uso orale. I farmaci cortisonici sono in grado di sopprimere lo stato infiammatorio alla base della sintomatologia con un meccanismo diverso da quello degli anti-H1. Esistono preparazioni ad uso topico che puoi acquistare senza obbligo di ricetta, e che ti consiglio di mettere sempre nella borsa dei medicinali quando viaggi. Le creme cortisoniche OTC hanno come principio attivo l'idrocortisone ad una bassa concentrazione. Qualora anche il trattamento con queste creme risulti inefficace, recati da un medico il quale valuterà attentamente la situazione e ti prescriverà il farmaco più adeguato.

I segni lasciati da una puntura di medusa possono scomparire in poco tempo se lievi e trattati. Non sottovalutare mai la puntura di una medusa, le reazioni provocate dalle tossine possono essere anche gravi e fatali.

Fonti| Tossicologia – Galli, Corsini, Marinovich; Biologia – Alberghina; Farmacologia Generale e Clincia – Katzung; Farmacologia – Rang & Dale

Laureata in Farmacia presso la facoltà di Scienze del Farmaco dell’Università degli Studi di Milano. Tesi svolta presso il laboratorio di altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.