Il parco per gli anziani: a Bilbao un’area pensata per allenare mente e corpo

A Bilbao, in Spagna, un parco pubblico è stato attrezzato con giochi cognitivi e installazioni per fare esercizio fisico per intrattenere gli anziani. Un modo non solo per tenere allenati mente e corpo, ma anche per stimolare la socializzazione e per far passare loro più tempo all’aria aperta.
Gaia Cortese 13 settembre 2019

È arrivato il momento di mettere da parte sudoku, cruciverba, anagrammi e rebus. L’alternativa? Andare al parco per allenare la mente, ma anche il corpo, e soprattutto per socializzare. L’esempio arriva dalla Spagna, precisamente dalla città di Bilbao, nei Paesi Baschi, dove in un parco pubblico sono stati installati giochi cognitivi e attrezzi ginnici per anziani.

Un’iniziativa che ha lo scopo di stimolare le persone anziane sia da un punto di vista mentale che da un punto di vista fisico. C’è chi ama passeggiare all’aria aperta, fa esercizio fisico, ma non tiene allenata la mente; e c’è chi dedica giornate intere all’enigmistica, a giocare a carte, ma tende a impigrirsi troppo tra le quattro mura di casa. I giochi cognitivi e gli attrezzi per fare esercizio fisico installati in un parco pubblico mettono d’accordo tutti e offrono un intrattenimento a 360 gradi.

"I giochi per la mente permettono ai nostri cittadini meno giovani di interagire – ha commentato Fran Vinez, direttore dei servizi pubblici di Bilbao -. Lo scopo di questo programma è quello di combattere la solitudine degli anziani che vivono senza avere abitualmente contatti con gli altri”.

A Bilbao gli over 65 rappresentano il 24% dei residenti ed entro il 2050 la Spagna avrà la seconda popolazione più anziana al mondo dopo il Giappone. Installazioni come quella del parco Amézola di Bilbao sono destinate a diffondersi in tutti i Paesi dove la percentuale degli anziani è in aumento.

Dietro questo progetto c’è l’azienda Ortotecsa che si è già occupata della realizzazione di diversi parchi per anziani anche a Madrid, a Tavira in Portogallo e nello Yucatàn, in Messico, con il Parco “Los abuelos” (che tradotto significa "nonni").