La guida pratica dei pediatri australiani per somministrare i farmaci ai bambini

La somministrazione dei farmaci è ciò che permette alla terapia di riuscire. Quando però le medicine devono essere prese dai bambini non è sempre facile l’assunzione. Qui trovi una serie di consigli pratici che possono aiutare i genitori nei momenti più difficili.
Valentina Rorato 23 Dicembre 2022
* ultima modifica il 23/12/2022

Prendere le medicine non piace a nessuno e i bambini fanno particolarmente fatica. Pianti, lacrimoni, bocche serrate e induzione del vomito. I genitori possono uscire estremamente provati dopo la somministrazione di uno sciroppo o di un antibiotico. Però, i medicinali sono importanti e vanno dati nel modo giusto. Come? Un gruppo di esperti australiani ha stilano una guida, pubblicata su Australian Prescriber, molto utile, con consigli pratici e un’unica vera regola: seguire scrupolosamente le indicazioni del medico, che tradotto significa: vietato il fai da te.

Come scegliere la giusta formulazione

È ben nota la mancanza di formulazioni pediatriche adeguate disponibili, che contribuisce ad aumentare il rischio di errori di dosaggio e difficoltà di somministrazione. Quando si selezionano i medicinali per bambini, è importante considerare fattori quali l'età del bambino, la capacità di deglutizione, la facilità di somministrazione e l'accessibilità di formulazioni idonee del prodotto. Comprendere le caratteristiche di ciascuna formulazione può aiutare a scegliere il medicinale più appropriato per un bambino. E ciò, ovviamente, può farlo solo il medico.

Sospensioni orali

Le sospensioni orali sono la formulazione preferita per i bambini più piccoli in quanto sono più facili da deglutire e consentono un dosaggio flessibile in base all'età e al peso. Possono anche essere miscelati con aromi diversi al momento della somministrazione per aiutare a mascherare il gusto e l'odore. Tuttavia, le formulazioni liquide non sono esenti da rischi e possono causare un sovradosaggio o un sottodosaggio.

Consigli pratici per la somministrazione delle sospensioni

  • Usare misure metriche, come una siringa o una dosatore per i medicinali
  • Non usare utensili di uso quotidiano, come cucchiaini o cucchiai
  • Contare le gocce orali su un cucchiaio prima della somministrazione
  • Non somministrare gocce direttamente dal flacone nella bocca del bambino
  • Mescolare liquidi orali con una piccola quantità di acqua o succo
  • Non mescolare il medicinale in grandi volumi
  • Se il medicinale è disponibile in più gusti, chiedi al bambino la sua preferenza
  • Non mescolare il medicinale con gli alimenti essenziali di un bambino (ad es. latte o formula), poiché il gusto alterato può causare futura avversione agli alimenti essenziali

Compresse

Le compresse sono un'alternativa adeguata ai liquidi orali, in particolare quando le medicine sono sgradevoli. Tuttavia, deve essere considerata la capacità di un bambino di deglutire. Non esiste un'età stabilita in cui i bambini siano in grado di deglutire le compresse, poiché è un'abilità che deve essere appresa. Alcuni bambini possono essere in grado di deglutire le compresse fin dalla tenera età, sebbene la maggior parte abbia in genere almeno 8-10 anni.

Consigli pratici per la somministrazione delle compresse

  • Posizionare la compressa al centro della lingua e seguire con un grande volume acqua
  • Non mescolare con il miele nei bambini di età inferiore a un anno a causa del potenziale rischio di botulismo infantile
  • Provare a bere una piccola quantità di liquido da una bottiglia o usando una cannuccia
  • Prova a dividere in due o in quarti le compresse, in alternativa schiacciare le compresse tra due cucchiai e mescolare con una piccola quantità di cibo morbido
  • Non rompere o frantumare medicinali a rilascio modificato, citotossici o pericolosi
  • Verificare con un farmacista se le compresse possano essere frantumate o le capsule aperte

Retrogusto

Il retrogusto di una medicina è una questione difficile, in particolare se impedisce a un bambino di accettare dosi successive. Quando si somministra un medicinale, bisogna cercare di evitare la lingua, dirigendo i liquidi orali verso la parte posteriore della bocca contro la guancia. In alternativa, considera di passare a una formulazione in capsule o compresse, che può essere deglutita intera. Alcuni bambini potrebbero trovare più appetibile prendere una medicina con una cannuccia o bere subito un una bevanda fredda per ridurne il retrogusto.

Fonte | Australian prescriber

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.