La magia di Trivento, la capitale mondiale dell’uncinetto

Trivento, un piccolo borgo del Molise è diventato la capitale mondiale dell’uncinetto grazie all’iniziativa di una sua cittadina, Lucia Santorelli, che ha immaginato di colorare, con un lungo tappeto realizzato all’uncinetto, le scalinate di San Nicola. Ma era solo l’inizio di un progetto all’insegna della creatività e della fantasia.
Gaia Cortese 3 dicembre 2019

La capitale mondiale dell’uncinetto? Si trova in Molise, in provincia di Campobasso, ed è un piccolo borgo di 4650 abitanti che si chiama Trivento. Tutto è partito da Lucia Santorelli che un giorno, soffermandosi sulla grande scalinata di San Nicola ha avuto l’originale idea di realizzare un lungo tappeto fatto interamente all’uncinetto e che, srotolato lungo i 365 gradini della scalinata, ha riempito di mille colori la sua città.

L’iniziativa, infatti, ha avuto un successo strepitoso, e a Lucia non è mancato il sostegno e l'aiuto di tante appassionate dell'uncinetto. Così, una moltitudine di donne di ogni età si è messa a lavorare all'uncinetto per creare il famoso tappeto di San Nicola.

“L’iniziativa era nata per attirare persone nel nostro piccolo paese – ha raccontato Lucia -, ma è finita con un grande gesto d’amore da parte di tutto il mondo”.

A questo è seguito poi l’albero di Natale all'uncinetto più alto del mondo e poi ci sono stati due giorni di festa lo scorso agosto in cui gli abitanti di Trivento hanno ospitato nelle loro case artisti provenienti da tutto il mondo, per lo Yarn Bombing Day. In questa occasione ogni partecipante è stato libero di cercare un angolo del paese e di colorarlo a suo piacimento in base alla propria creatività. Al termine dell’evento, come già era successo per il tappeto di San Nicola e per l’albero di Natale, tutte le opere realizzate sono state vendute all’asta e il ricavato devoluto in beneficienza.