La spesa del mese di luglio: frutta e verdura di stagione

L’estate ormai è nel pieno e la natura, dopo averti rallegrato con tanti fiori e profumi, ti regala tantissimi nuovi frutti. E anche un legume particolare, le taccole. Fai il pieno di tutte le vitamine e i sali minerali che avrai a disposizione perché purtroppo l’inverno non sarà altrettanto generoso.
Giulia Dallagiovanna 30 giugno 2019

Ormai siamo nel pieno dell'estate e sul banco della frutta e della verdura trovi davvero di tutto. Dalle melanzane, alla cicoria. Dalle zucchine ai peperoni. Approfittane perché, come ben saprai, questa ricchezza non c'è in ogni periodo dell'anno. Non solo, ma gli ortaggi di questo periodo ti danno una mano a migliorare l'abbronzatura e a prevenire cellulite e ritenzione idrica. Se quindi ti stai preparando alla prova costume, magari improvvisando una dieta dell'ultimo minuto, la soluzione migliore è proprio quella di mangiare sano e approfittare di tutto quello che regala la natura.

Di diversi tipi di verdura ti ho già parlato nella spesa del mese di giugno e in quella di maggio. In questo articolo concentriamoci invece su un legume che forse non conosci, le taccole, e poi scopriamo assieme tutti i tipi di frutta che troverai sul banco questo mese.

Taccole

Forse non le conosci, ma le taccole sono un particolare tipo di legumi che si trova soprattutto in primavera e in estate e che nascondo davvero tantissime proprietà. Magari li avrai sentiti chiamare anche i "mangiatutto", perché di questi ortaggi non si scarta nulla, nemmeno il baccello. Devi sapere che possono essere considerati un vero e proprio integratore naturale remineralizzante e persino dimagrante. Riducono infatti l'assorbimento di zuccheri e di grassi e, quindi, tengono a bada il colesterolo e i livelli di glicemia nel sangue. Infine, essendo ricchi di fibre, possono produrre effetti benefici per il tuo intestino.

Come ti dicevo, delle taccole si mangia ogni parte. Hanno un sapore simile ai piselli e possono quindi diventare un buon sostituto. Anche perché spesso gli altri legumi vengono consumati in scatola ed è invece meglio scegliere quelli freschi per assicurarsi che abbiano mantenute intatte le loro proprietà. Puoi quindi mangiarle crude, ma se proprio non ti piacciono, sono buone anche cotte a vapore per circa 15 minuti oppure utilizzate per condire pasta e risotti.

Anguria

Il suo vero nome in realtà è cocomero, come viene chiamato in Toscana e nel centro Italia. Un frutto che richiama subito alla mente l'estate, grazie al suo sapore fresco e alla sua consistenza molto particolare. È fatto quasi al 95% d'acqua, perciò la sua prima proprietà sarà quella di essere idratante e di aiutarti a combattere cellulite e ritenzione idrica. Ma al contrario di quello che potresti pensare è anche ricco di vitamina, soprattutto A e b, e sali minerali. Potassio, magnesio e fosforo lo rendono un frutto adatto anche a chi pratica sport.

Naturalmente mangiare una fetta d'anguria in un pomeriggio caldo e soleggiato è il modo migliore per gustarla, ma esistono anche confetture e gelato al gusto di cocomero. Il consiglio è invece quello di non consumarla subito dopo i pasti o poco prima di andare a letto. Nel primo caso potrebbe ritardare la digestione, nel secondo rovinarti il riposo notturno, perché si sa che stimola la diuresi. E pure tanto.

Ribes

Di ribes ne esistono diverse proprietà, ma è sicuramente quello rosso il più comune. Magari hai anche la fortuna di averlo nel tuo giardino e di poter mangiare direttamente quello coltivato da te. Facilmente riconoscibile per il suo tipico sapore leggermente aspro, contiene anche tantissimi antiossidanti sotto forma di antocianine, alle quali deve il suo colore. Inoltre presenta diversi sali minerali e vitamine tra cui la K, la A e quelle del gruppo B, compreso l'acido folico che aiuta a rafforzare il sistema immunitario ed è fondamentale durante la gravidanza.

Se ti piace il suo sapore, il ribes è ottimo anche mangiato fresco, magari a fine pasto. Ma puoi utilizzarlo anche per preparare dolci e confetture. Un unico accorgimento: una volta che è maturo, deve essere consumato nel giro di pochi giorni perché deperisce rapidamente.

Melone

Al pari dell'anguria, anche il melone è un frutto che fa subito pensare alle sere d'estate e alle vacanze. Puoi davvero mangiarne fin che vuoi, perché contiene pochissime calorie ed è invece ricco d'acqua, quindi utile per perdere qualche chiletto in vista della prova costume. Ha inoltre una buona percentuale di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, ma è anche utile per contrastare spossatezza e mancanza di energie provocate dal caldo. Oltre al beta-carotene, che è ottimo per stimolare l'abbronzatura e contro la formazione di radicali liberi.

Il melone sicuramente richiama subito il prosciutto crudo, ma puoi anche mangiarlo fresco al posto di un frutto, oppure inserirlo nella tua prossima macedonia.

Amarene

Simili alle ciliegie, ma dal sapore leggermente più acidulo, le amarene hanno un basso apporto calorico e ti aiutano a raggiugnere più facilmente un senso di sazietà. Le fibre ne aumentano poi i benefici per l'intestino, mentre la vitamina A ti aiuta a proteggere la vista e la pelle, anche dai raggi del sole. Sembra inoltre che aiutino a ridurre l'insonnia, che quando aumentano le temperature può diventare un possibile problema. Aiutano poi a rafforzare i capillari e a migliorare quindi la circolazione periferica e, infine, a prevenire la gotta.

Proprio come le ciliegie, un'amarena tira l'altra. Ma oltre al frutto, esistono anche la marmellata, il gelato, il sorbetto e tantissime altre preparazioni con questo alimento.

Lamponi

Se hai deciso di fare una passeggiata in campagna, o meglio ancora, in montagna, è probabile che lungo il sentiero ti possa imbattere nei lamponi. Facendo attenzione a raccogliere quelli lontani da strade trafficate, ti consiglio di farne una scorpacciata. Sono infatti antiossidanti e favoriscono la diuresi e la depurazione del corpo dalle tossine. Ma hanno anche un buon apporto vitaminico, grazie a quelle del gruppo B, C ed E. Se poi stai seguendo una dieta ipocalorica o hai problemi di diabete, sappi che non dovresti avere problemi perché contengono davvero pochissimi zuccheri.

Al supermercato cerca di acquistare quelli di provenienza italiana e di mangiarli solo durante la stagione in cui spuntano. Avranno anche un sapore migliore. Per una colazione nutriente e sana, li puoi aggiungere a un po' di yogurt bianco e cereali integrali. Altrimenti li potresti mangiare da soli, magari con un velo di zucchero, come snack di metà giornata.