Mauro, il guardiano dell’isola di Budelli, lascia il suo posto dopo 32 anni

Oggi di anni ne ha 82 e per cause di forza maggiore si trova costretto ad abbandonare l’isola che più tre decenni fa, quasi per caso, aveva scelto come la sua casa.
Sara Del Dot 27 Aprile 2021

“È una ventina d’anni che lotto contro chi mi vuole mandare via, anche se sostenuto, psicologicamente e non solo, da Budelli e da tutti voi che mi sostenete. Ora però mi sono veramente rotto e me ne andrò, sperando che in futuro Budelli sia salvaguardata come io ho fatto da ben 32 anni. Ciao ragazze e ragazzi. Vedrete ancora le mie foto da un altro posto, tanto la Sardegna è tutta bella.”

Queste parole le ha regalate ai suoi canali social, attraverso cui in tutti questi anni ha potuto far conoscere la sua vita solitaria e bellissima a tutto il mondo, Mauro Morandi, conosciuto dappertutto come il guardiano dell’isola di Budelli, o in maniera più pittoresca come il Robinson Crusoe d’Italia.

Mauro, che ha custodito l’isola dell’arcipelago della Maddalena e tutte le sue bellezze e fragilità per 32 anni, oggi di anni ne ha 82 e, dopo varie vicissitudini che lo hanno messo alla prova, tra cui diversi tentativi di sfratto da parte dell’ente Parco della Maddalena stessa, oggi ha deciso di abbandonare quella che aveva scelto come sua casa e la sua posizione di guardiano. Posizione che, di anno in anno, sembrava risultare sempre più precaria.

Sulle coste di Budelli, Mauro, insegnante modenese, ci capitò per caso nel 1989 durante un viaggio a bordo di un catamarano in direzione della Polinesia. Dopo aver scoperto che da lì a qualche giorno il custode e unico abitante dell’isola se ne sarebbe andato, la scelse come propria dimora. E non se ne è mai pentito.

Qui, ha protetto questi preziosi ecosistemi, erudendo i visitatori sulle bellezze e i tesori che l’isola conserva. Grazie alle sue attività di divulgazione, anche attraverso i social, Mauro ha potuto tenere viva l’attenzione sulle meraviglie della Maddalena e in generale della Sardegna.

Oggi, però, in un’intervista al Resto del Carlino ha dichiarato che presto firmerà il contratto d’affitto per un appartamento nel centro abitato della Maddalena, sempre naturalmente vista mare. La casa dove ha vissuto fino ad oggi, un vecchio rifugio risalente alla Seconda guerra mondiale, verrà invece ristrutturata. Sempre nel corso dell’intervista al quotidiano, Mauro racconta di essersi offerto di continuare a fare il custode dell’isola una volta terminati i lavori della casa, ma l’ente Parco gli ha risposto che per legge non può assumere personale di età superiore agli 81 anni, anche se lui si è proposto di lavorare gratuitamente. In ogni caso, le sue condizioni di salute e alcuni disagi logistici degli ultimi tempi hanno contribuito a farlo desistere.

La cosa importante è che Mauro riesca a tramandare tutta la sapienza raccolta in questi anni e che la sua assenza venga colmata da una cura altrettanto appassionata e meticolosa.