“No contanti, solo buone azioni”: in Texas c’è un supermercato in cui non si paga con i soldi, ma con gesti utili alla comunità

In Texas, nel centro abitato di Sanger, ha aperto da qualche settimana un supermercato gestito dagli studenti della Linda Tutt High School, dove i beni di prima necessità non si pagano in contanti, ma in buone azioni e servizi alla comunità.
Gaia Cortese 19 Gennaio 2021

Sanger è un piccolo centro abitato nella contea di Denton, in Texas, che non arriva a 10mila abitanti, ma sta acquistando notorietà oltre confine per un supermercato aperto da poco, dove i beni di prima necessità come la carne, gli alimenti di base e la carta igienica, si possono pagare con buone azioni e servizi alla comunità.

Il merito è del preside e dei rappresentanti scolastici della Linda Tutt High School di Sanger che, consapevoli del fatto che il 43% dei loro 2750 studenti iscritti si trova in condizioni economiche svantaggiate, ha deciso di aprire questo supermercato per andare incontro alle loro quotidiane esigenze.

Cosi, in collaborazione con altre associazioni di volontariato, come First Refuge Ministries e Texas Health Resources, e con il negozio di alimentari Albertsons hanno aperto questo piccolo supermercato.

Il negozio è gestito dagli studenti della High School: si occupano dell’inventario, del rifornimento degli scaffali e dell’imballaggio dei prodotti quando è necessario. Gli studenti e i loro famigliari possono acquistare i prodotti di cui hanno bisogno utilizzando un iniziale numero di punti stabilito in base alle dimensioni della loro famiglia.

Successivamente, i punti si possono guadagnare in modi diversi: ottenendo buoni risultati in classe, compiendo buone azioni o facendo piccoli lavori a scuola come offrire un aiuto in biblioteca o seguire nel tempo libero gli studenti della scuola elementare.

Un servizio alla comunità, ma anche un modo per insegnare la gentilezza, l’altruismo e l’attenzione verso il prossimo a tutti i giovani studenti. Come ha spiegato alla CNN, Anthony Love, Preside della Linda Tutt High School: “Quello per cui spingiamo davvero è che gli studenti guadagnino punti andando oltre quello che fanno in classe e oltre quello che fanno come gesti di gentilezza. Sono queste le cose che festeggiamo. E chiameremo a casa loro per dire ai loro genitori che il loro ragazzo o la loro ragazza ha ricevuto un riconoscimento dall'ufficio scolastico e che per quello riceveranno una ricompensa".