Nostalgia di fine estate? Qualche libro da leggere per combatterla

Libri contro la nostalgia, libri per godersi l’autunno, libri per rivivere il tepore delle serate estive: ecco i più bei romanzi da leggere per affrontare al meglio l’inizio di settembre.
Sara Polotti 29 Agosto 2022

La nostalgia di fine estate è perfettamente normale: le giornate si accorciano, il caldo si fa da parte, si torna a casa e si ricomincia con gli impegni quotidiani, tra lavoro, scuola e sport. Per molte persone, di fatto, settembre è il vero inizio di un nuovo anno. Agende nuove, nuovi calendari e nuove routine.

E quando la malinconia si fa sentire, è ora di abbandonarsi alla lettura: romanzi e libri sono un ottimo rimedio alla nostalgia, con la loro capacità di trasportare nelle giuste atmosfere e alleggerire la mente.

Ecco dunque 6 romanzi per restare ancora un po' ancorati al tepore dell'estate che sta finendo, e altri 4 romanzi che, invece, diventano un ottimo pretesto per iniziare ad assaporare le cose belle dell'autunno.

La saga dei Cazalet

Il primo libro della serie scritta da Elizabeth Jane Howard, "Gli anni della leggerezza", prende avvio nel 1937. L'ambientazione è tra le più magiche: le coste inglesi nella prima metà del Novecento, in una casa di campagna abitata da nobili e domestici. Un po' alla Downton Abbey, per vivere le estati aristocratiche d'altri tempi.

Tenera è la notte

Anche questo romanzo d'altri tempi, tra i titoli più noti di Francis Scott Fitzgerald, è consigliato alle persone che amano le ambientazioni retrò e la bella stagione. La Costa Azzurra fa da cornice alle vicende di Rosmary Hoyt, giovane attrice che qui conosce lo psichiatra Dick Diver, sposato con una ex paziente. Il tutto sullo sfondo dell'epoca del jazz.

Un viaggio chiamato vita

Una capacità peculiare di Banana Yoshimoto è quella di riuscire ad evocare sensazioni, profumi, colori e atmosfere grazie alle sue descrizioni. Ed è proprio quello che fa in questo libro autobiografico in cui porta lettori e lettrici nella sua vita e in tutti i luoghi del mondo in cui è stata, saltando qua e là e seguendo le suggestioni della memoria. Un libro perfetto per viaggiare stando seduti in poltrona.

Un dolore così dolce

I libri di David Nicholls sono spesso romanzi di formazione nostalgici e coinvolgenti. Lo è anche "Un dolore così dolce", che racconta le vicende di un'estate del 1997 in cui un corso di teatro, i pensieri sul futuro post-liceo e l'incontro con Fran Fisher scombussolano la vita del protagonista Charlie. Perfetto per millennials in preda alla malinconia estiva e alla nostalgia anni Novanta.

Delitti di mezza estate

Per chi ha la passione dei gialli, l'estate durerà ancora un po': basterà immergersi nelle storie estive di Agatha Christie, ovvero i delitti e crimini che i suoi detective dovranno risolvere sotto il solleone. Questi racconti si trovano raccolti in "Delitti di mezza estate", un piccolo gioiello poliziesco per chi adora le storie thriller d'altri tempi e la stagione più calda.

Tina

Lo scrittore Alessio Torino dipinge, sullo sfondo di una stupenda Pantelleria, il rapporto tra Tina, bimba che tutti scambiano per un maschio, sua sorella Bea, la madre e tutti i personaggi che durante l'estate abitano il pezzetto d'isola in cui sono in villeggiatura. La stagione scorre tra dolori, scoperte e speranze, con la sensazione che tutto stia per cambiare.

Harry Potter

Tutta la saga di Harry Potter, per chi non l'ha letta ma anche per chi ne è già fan, è tra le letture più immersivamente autunnali: stregoneria e avventura non sono le uniche protagoniste, perché J.K. Rowling ha infarcito i suoi romanzi di dettagli confortevolissimi per chi ama le stagioni fredde, dalle bevande calde assaporate su poltrone bitorzolute alla neve che cade fuori dalla finestra di un castello pieno di spifferi (e piacevoli caminetti accesi).

I miei giorni alla libreria Morisaki

"Il mio soggiorno presso la libreria Morisaki durò dall'inizio dell'estate fino alla primavera. Abitavo sommersa dai libri in una stanza al primo piano, un ambiente buio e angusto, umido, pervaso dell'odore di muffa tipico della carta vecchia. Ciò nonostante, il ricordo di quelle giornate è ormai parte di me perché è proprio lì che la mia vita, la mia vera vita, è cominciata": inizia così il romanzo di Satoshi Yagisawa, ambientato durante l'autunno a Tōkyō, nel più grande quartiere di librerie del mondo. Un modo perfetto per assaporare già le piacevolezze del cambio di stagione, con i suoi aspetti positivi che fanno apprezzare – a volte! – il freddo, il buio e le routine.

Autunno

Più autunnale di questo libro, c'è ben poco. Si tratta del primo libro della tetralogia di Ali Smith: ambientato, appunto, nella stagione autunnale, racconta le vicende di Elisabeth, trentaduenne ricercatrice londinese che torna nella città d'origine per stare accanto alla madre e a Daniel, vecchio amico centenario che si sta spegnendo. La storia ripercorre il loro legame, descrivendo allo stesso tempo la società inglese del periodo a cavallo della Brexit.

Finché il caffè è caldo

Questo romanzo di Toshikazu Kawaguchi è stato definito "rasserenante". Confortevole e coinvolgente, è davvero perfetto per superare la nostalgia dell'estate e per energizzarsi prima di un nuovo inizio. Parla di caffè e di ricordi, di momenti rivissuti e di magie che profumano di bevande calde. Perché nella caffetteria del romanzo è possibile immergersi nuovamente nel passato, ma solo finché il caffè nella tazza è caldo.