Il nonno multato a Sanremo per aver pulito un campo da basket vince il ricorso e fa una donazione al Gaslini di Genova

Multato dopo aver pulito un campo di basket dove poter far giocare i bambini in sicurezza. Il nonno pensionato presenta ricorso, lo vince e dà a questa vicenda l’epilogo più bello: dona la somma che avrebbe usato per pagare la multa all’Ospedale Gaslini di Genova.
Gaia Cortese 7 Gennaio 2022

Recinzioni danneggiate, spuntoni di ferro sporgenti, rifiuti abbandonati in ogni angolo. Erano queste le condizioni in cui si trovava un campetto da basket nel Parco di Villa Peppina in corso Inglesi, nel comune di Sanremo. Fino a quando un pensionato non si è messo a ripulirlo e a risistemarlo perché fosse un luogo più sicuro non solo per il suo nipotino, ma anche per tutti i bambini che qui si ritrovavano a giocare.

Questo nonno volenteroso si chiama Francesco Esposito e oggi, dopo aver lavorato come commerciante negli anni di attività professionale, è in pensione. Lo scorso aprile, osservando in quale stato di degrado si trovasse il campetto da basket, il signor Francesco si è rimboccato le maniche e si è messo a ripulirlo da cima a fondo, non prima di averne segnalato le condizioni alla Polizia Municipale.

In attesa che qualcosa accadesse, il pensionato ha iniziato a riparare la recinzione del campetto, per poi passare a ripulirlo da cartacce, lattine e bottigliette di plastica, fazzoletti di carta e mascherine. Ha raccolto tutto in un sacchetto dell’indifferenziata e lo ha lasciato accanto a un contenitore dei rifiuti del parco, perché venisse ritirato dagli operatori municipali preposti.

Il sacchetto dell'indifferenziata non è passato inosservato ma, come gesto di ringraziamento, il signor Francesco si è visto recapitare dalla Polizia Municipale di Sanremo una sovvenzione di 114 euro; attraverso il codice che compare sui sacchetti della spazzatura dati in dotazione alle famiglie, i Vigili Urbani sono infatti risaliti all’uomo pensando che avesse usato il campetto da basket per disfarsi dei suoi rifiuti “personali”.

Fortunatamente, è notizia di ieri, che Francesco Esposito, dopo aver presentato ricorso per la multa ricevuta, lo ha vinto. I soldi che il pensionato ha risparmiato nel non dover pagare la multa sono diventati una donazione all’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova.