Quali bevande si possono bere con la gastrite?

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
Che cosa bere con la gastrite? E’ più facile fare l’elenco di cosa non bere e non mangiare, perché i cibi e le bibite concesse sono poche e non devono contenere alcol, caffeina e bollicine. Non disperare, però, perché esistono diverse bevande che puoi consumare serenamente e che aiutano a placcare il bruciore di stomaco.
Valentina Rorato 19 Settembre 2021

Quando hai la gastrite potresti sentirti gonfio e nauseato e talvolta questi sintomi, che accompagnano un fastidioso bruciore alla bocca dello stomaco, potrebbero peggiorare dopo aver mangiato o bevuto. La chiave per stare meglio è evitare cibi e liquidi acidi e piccanti e consumare prodotti che non siano irritanti della mucosa gastrica. Che cosa puoi bere in tutta tranquillità?

Acqua

Può sembrare banale ma l’acqua va benissimo, purché non sia troppo fredda e, soprattutto, non contenga gas. Evita quindi l'acqua gasata quando ti brucia molto lo stomaco.

Latte di mandorle

Il latte di mandorle è un latte vegetale con proprietà antinfiammatorieche lo rendono una buona bevanda per l'intestino infiammato. Inoltre, diluisce l'acido dello stomaco riducendo la sensazione di gonfiore e riparando il rivestimento dell'intestino.

Acqua di cocco

L’acqua di cocco è alcalina, di conseguenza può bilanciare il pH dello stomaco. Oltre a ciò, stimola la produzione di mucosa, che protegge le pareti e regala un sollievo immediato dal dolore bruciante. Inoltre, è un’alleata della digestione e contro la stitichezza.

Succo di carota

Il succo di carota fa molto bene allo stomaco e pare che l’alta concentrazione di vitamina A possa aiutare a prevenire le infiammazioni della mucosa gastrica. Attenzione, però, se soffri di gastrite iperacida non esagerare, perché potresti non tollerarlo bene. In questo caso, mescola il succo di carote e con quello di patate in proporzioni uguali e aggiungi loro ½ dose di succo di barbabietola.

Succo di aloe

Questo è un rimedio universale. L'aloe stimola il recupero delle cellule epiteliali e previene il loro danneggiamento, migliora la microcircolazione del sangue nei tessuti, elimina le infiammazioni e lega i radicali liberi. Ha effetto antisettico, immunostimolante e lassativo. Ma non è tutto, perché calma la mucosa irritata degli organi digestivi, seda le coliche e il bruciore di stomaco. Guarisce erosioni e ulcere e ha un effetto antiallergico.

Tè verde con miele

Bere tè verde con miele crudo ha diversi potenziali benefici per la guarigione della gastrite. Prima di tutto consumare acqua calda (tiepida in realtà) può lenire il tratto digestivo e facilitare la digestione dello stomaco. Attenzione non più di una tazza al giorno.

Succo di zucca

Il succo di zucca è uno dei pochi succhi che si possono bere anche con la gastrite iperacida. La zucca è un prodotto poliminerale e multivitaminico complesso naturale. Per il contenuto di ß-carotene è equiparato a quello delle carote. Le vitamine C, E, D, PP, F, che sono assegnate a persone con processi infiammatori della mucosa dell'apparato digerente in complessi multivitaminici sintetici, le puoi ritrovare tutte nel succo fresco naturale. Questa bevanda neutralizza gli acidi in eccesso nello stomaco, eliminando bruciore di stomaco, nausea e dolore, contribuisce al deflusso della bile e ripristina il normale processo di digestione. Si consiglia di consumare il succo di zucca in quantità limitate: 100 mg al giorno prima di colazione.

Qui trovi i consigli invece per una dieta a prova di gastrite e uno stile di vita più sano, soprattutto per il tuo stomaco.