Quali sono i fiori di Bach più adatti per i bambini?

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
I fiori di Bach sono adatti ai bambini? Spesso i nostri figli reagiscono male per l’arrivo di un fratellino o di una sorellina oppure non vogliono staccarsi dalla mamma per andare all’asilo, altre volte fanno i capricci e non capiamo il perché. I fiori di Bach aiutano a riequilibrare questi e altri stati dissonanti per riportare pace e serenità.
Dott.ssa Serena Marega Specializzata in Naturopatia, Kinesiologia e Floriterapia
7 giugno 2019 * ultima modifica il 15/10/2019

La Floriterapia è uno dei rimedi naturali vibrazionali utilizzati per riequilibrare il sistema spirituale ed emotivo della persona: come già accennato in un precedente articolo, può essere utilizzato a qualsiasi età non essendoci interazioni biochimiche con l'organismo e con i farmaci, come invece è presente con i rimedi erboristici.

La Floriterapia del dottor Edward Bach è probabilmente la più conosciuta anche perché egli fu il pioniere di questo nuovo approccio ripreso poi da altri professionisti come il dottor Ian White per i fiori australiani.

La cosa che tutt'oggi suscita in me più stupore, è la splendida e immediata reazione con i bambini, da quello di pochi mesi all'adolescente: maggiormente con anime di giovane età, dove ancora è presente una grande apertura sia energetica sia di accoglienza, i risultati non tardano certo ad arrivare.

Come mai i bambini reagiscono più facilmente?

Il campo energetico del bambino molto piccolo ( 0-7 anni) risulta più favorevole a un approccio vibrazionale in quanto non ha ancora subito “chiusure” a livello cosciente, spesso influenzato dai modelli comportamentali della società e dalla famiglia. Più l'età avanza più siamo testimoni della difficoltà di guarigione in quanto il nostro corpo sospende la connessione con la nostra parte intuitiva più profonda: il bambino con la sua spontaneità, la gioia di vivere, la capacità di semplificare le cose e l'entusiasmo di vivere, diversamente all'adulto, permette ai trattamenti di fare effetto velocemente.

Spesso capita di poter sospendere il trattamento floriterapico prima di terminare il periodo consigliato, in quanto la problematica viene risolta: solitamente mamma e bambino vengono trattati con i rimedi floreali in quanto sono strettamente collegati soprattutto nei primi anni di vita.

In molti casi ho potuto notare che fossero i genitori ad influenzare il bimbo: ora per default controllo anche la condizione energetica dei due adulti in modo tale da poter riequilibrare l'energia famigliare.

Ricordo un caso di un bambino che svegliava continuamente la mamma di notte obbligandola ad alzarsi diverse volte: il mattino dopo era arrabbiato con lei pur avendo ricevuto le attenzioni durante la notte. In questo caso era l'ansia della mamma che provava durante il giorno in quanto dava troppe attenzioni al bambino senza che lui stesso sperimentasse anche dei “ piccoli fallimenti o sbagli”: questa iper protezione da “mamma chioccia” a livello energetico , richiamava l'attenzione del bimbo durante la notte perchè provava un senso di solitudine non sentendo la mamma vicina.

Mi ricordo di aver così consigliato una miscela di fiori sia per la mamma sia per il bimbo riportando l'armonia in tutta la famiglia con dolcezza e naturalezza: spesso sono le ansie e le preoccupazioni dei genitori che scatenano nei figli agitazione, paure, nervosismo; ciò che è importante è rendersene conto, un passo che aiuterà sicuramente anche l’evoluzione del genitore stesso.

Con la floriterapia si può giocare con varie associazioni tra i fiori, cosa che non sempre è consigliabile per la fitoterapia: entriamo più in dettaglio.

Quali fiori e associazioni sono utili nei bambini in caso di problematiche legate al sonno?

Ci sono dei fiori associabili assieme che apportano benefici in diversi stadi della crescita.

Una miscela che aiuta ad avere il sonno più tranquillo, per evitare risvegli traumatici da paure improvvise, è composta dal fiore Aspen che tratta le paure indefinite infondendo sicurezza e calma ed è indicato quando è presente sonnambulismo e incubi: è il fiore di chi ha proprietà extrasensoriali molto sviluppate e nel bambino causano più angoscia non sapendo come gestirle; questo fiore aiuta a riequilibrare l'eccessiva sensibilità, la tendenza alla superstizione e per a mancanza di centratura tra corpo e mente. Aggiungerei Rock Rose, un fiore dedicato al panico, quindi ad una paura definita e più destabilizzante: il fiore del coraggio, per chi ha senso di gelo generalizzato, tachicardia, sudorazione eccessiva, tremore interno, sensazioni date dalla paura profonda di non poter reagire paralizzando la persona e favorendo così la calma e la sicurezza interiore. Infine White Chestnut che tratta la “mente mai stanca”, quindi pensieri i ossessivi, il logorio mentale, confusione, tensione alla zona oculare donando la modalità per “staccare la spina” e rilassarsi.

Cosa possiamo utilizzare perché il distacco con la mamma avvenga in modo dolce?

Un'altra miscela utile è per il distacco dalla mamma: si sa che a un certo punto il piccolo crescendo dovrà staccare la simbiosi rassicurante con la mamma per esempio andando all'asilo; è un passaggio vissuto con molte difficoltà per certi, paure, crisi di pianto e capricci.

Walnut è il fiore dei cambiamenti, facilita i passaggi da una situazione all'altra rendendo meno traumatico il distacco dalla mamma infondendo tranquillità e sicurezza; tratta l'incapacità di attuare un cambiamento significativo, quando manca “la spinta”, oppure per i momenti di esitazione e soffre dell'influenza delle opinioni altrui. È un fiore dedicato ai periodi di cambiamenti, dal bimbo, all'adolescente, al periodo della menopausa o andropausa, ai cambiamenti lavorativi e sentimentali. Chicory è il fiore adatto quando il bimbo si aggrappa alla mamma per non lasciarla andare e rifiuta stare da solo; tende ad esser soffocante e ad avere controllo sugli altri, ha paura di perdere l'affetto delle persone care sfociando in una sorta di egoismo; il fiore attenua la richiesta di attenzioni e rende il bimbo più elastico nei confronti dell'affetto genitoriale. Honeysuckle è il fiore per superare il passato e quindi rimanere in apertura ai cambiamenti presenti e futuri con ottimismo: è il fiore che caratterizza lo scarso interesse per il presente, rifiutando le cose nuove e i cambiamenti; ha paura di crescere, e vive di rimpianti, un pò nostalgico, il fiore aiuta a vivere il presente con più serenità.

Mimulus dona coraggio, scioglie la tensione interiore, la paura e la timidezza: è il fiore dell' accettazione delle esperienze della vita ; viene quindi consigliato a chi è incapace di affrontare i cambiamenti, chi soffre di balbuzie e ha difficoltà di stare in gruppo. Larch aumenta l'autostima evitando di sentirsi dentro ad un processo di inferiorità donando sicurezza al bimbo per “farcela da solo” quando sarà a contatto con gli altri apprezzando le proprie caratteristiche e talenti.

E se il bimbo ha crisi di gelosia per il fratellino o la sorellina in arrivo?

Un' altra miscela è dedicata alla gelosia quando arriva un fratellino o sorellina: spesso si vede il fratello maggiore irritato e rabbioso in quanto viene a mancare l'attenzione totale dei genitori: questa miscela aiuta ad accettare a nuova situazione facendogli percepire comunque la bellezza dell'amore condiviso. Star of Bethlem aiuta a rimuovere l'evento traumatico agevolando la spensieratezza, a smaltire le esperienze dolorose e quando si sente inconsolabile. Holly è un alto fiore dedicato a trasformare sentimenti come invidia, gelosia, rabbia, collera, aggressività sostituendoli con più amore ed accoglienza appianando il “sentirsi offeso” per poi perdonare, ed infine Heather per attenuare l'egocentrismo e il bisogno di essere al centro dell'attenzione.

Come si utilizzano?

Si possono utilizzare per via interna assumendoli 4 volte al giorno sotto la lingua, salvo diverse indicazioni oppure spalmandoli anche sulle zone del corpo, che siano i piedini del bimbo, la pancia, la fronte: hanno una base alcolica e per i bimbi consiglio di farli preparare in acqua sapendo che durano circa 15 giorni.

Rimango sempre piacevolmente sorpresa di come un bambino reagisca con entusiasmo e velocemente a questo tipo di rimedi: sono adulti in miniatura, molto più semplici di quanto si pensi, basta saper entrare in empatia e alla fine, il lavoro più grande lo faranno loro.

Nel corso degli anni ha conseguito diverse specializzazioni in ambito della medicina complementare come la Naturopatia , la Kinesiologia e l'Erboristeria altro…