Sai perché festeggiamo la Festa dei Nonni proprio il 2 ottobre?

La Festa dei Nonni è una ricorrenza che sta prendendo una certa rilevanza anche nel nostro Paese: dal 2005 i nonni e le nonne sono riconosciuti anche da una loro Giornata nella quale potrai festeggiarli nella maniera che preferisci. Ma sai perché li festeggiamo proprio il 2 ottobre?
Sara Polotti 2 Ottobre 2021

Dal 2005, il 2 ottobre in Italia è un'occasione speciale. Ricorre, infatti, la Giornata dei Nonni, un giorno di festa per ricordare queste figure familiari così importanti per la comunità e per la società.

Nella giornata del 2 ottobre, quindi, da circa quindici anni si ricordano i nonni e le nonne, li si festeggia, si dona loro qualche lavoretto o un po' del proprio tempo. Ma perché festeggiamo proprio il 2 ottobre? E ci sono punti di contatto con la stessa festa cattolica che li celebra?

Ecco ciò che devi sapere sulla Giornata dei Nonni per festeggiarli al meglio. Qui scoprirai tutto, ma ecco un'anticipazione: c'entrano gli angeli custodi.

Quando è stata istituita

Il 12 agosto 2005 fu il Parlamento italiano a istituire la Giornata dei Nonni pubblicandola sulla Gazzetta ufficiale. Lo fece con una legge (la numero 159 del 31 luglio 2005) che recita così:

"È istituita la Festa nazionale dei nonni quale momento per celebrare l'importanza del ruolo svolto dai nonni all'interno delle famiglie e della società in generale. Regioni, province e comuni in occasione della festa di cui al comma 1 possono promuovere, nell'ambito della loro autonomia e delle rispettive competenze, iniziative di valorizzazione del ruolo dei nonni. La festa di cui al comma 1 ricorre il giorno 2 del mese di ottobre di ogni anno e non determina gli effetti civili di cui alla legge 27 maggio 1949, n. 260. Il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca impartisce le opportune direttive affinche', in occasione della festa di cui al comma 1, le scuole pubbliche e private, nell'ambito della loro autonomia, possano promuovere iniziative volte a discutere ed approfondire le tematiche relative alle crescenti funzioni assunte dai nonni nella famiglia e nella società".

Oltre a questo, in Italia è stato istituito anche il "Premio nazionale del nonno e della nonna d'Italia", "in favore dei nonni che, nel corso dell'anno, si siano distinti per aver compiuto azioni particolarmente meritorie sul piano sociale", come recita la stessa legge. "Il Presidente della Repubblica conferisce il ‘Premio nazionale del nonno e della nonna d'Italia' a coloro i quali abbiano conseguito i primi dieci posti nella graduatoria deliberata dalla Commissione".

Perché il 2 ottobre

Il 2 ottobre non è una data condivisa da tutti i paesi del mondo. Nel Regno Unito, ad esempio, la festa dei nonni la si festeggia la prima domenica di ottobre, mentre negli Stati Uniti è la prima domenica di settembre.

Il Parlamento italiano invece ha scelto il 2 ottobre perché nel calendario liturgico si tratta della giornata in cui si ricordano gli angeli custodi: in questo modo, attribuisce ai nonni questo ruolo di dolci guardiani della vita dei nipoti.

Per la Chiesa

La Chiesa Cattolica, però, non festeggia gli anziani e i nonni il 2 ottobre, nonostante anche il Parlamento abbia preso spunto dal calendario dei Santi. Papa Francesco ha infatti istituito la Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani fissandola alla quarta domenica di luglio. La data non è stata scelta a caso dal capo della Chiesa cattolica: il 26 luglio, infatti, per il calendario cattolico è il giorno dei Santi Gioacchino e Anna, genitori di Maria e quindi nonni di Gesù. In loro onore, quindi, ecco la giornata dedicata alle persone anziane.