Se pratichi sport al mattino, è meglio farlo prima di colazione

Se anche tu sei abituato alla classica corsetta prima di andare al lavoro, devi sapere che alcuni ricercatori dell’Università di Bath ti consigliano di farla prima di colazione. E poi aggiungono che non dovresti assolutamente saltare quel pasto, ma è importante capire come prepararne uno equilibrato.
Giulia Dallagiovanna 19 aprile 2020

Ti piace fare sport? Sei uno di quelli che ama uscire per la classica corsetta mattutina prima di recarsi al lavoro? E allora anche tu ti sarai trovato di fronte al grande dilemma: colazione prima, colazione dopo. C'è infatti chi sostiene che tu non possa praticare attività fisica se prima non hai fornito al tuo corpo l'intera quantità di carburante di cui avrà bisogno. Dall'altro lato, invece, ci sono i seguaci del jogging before breakfast, che non si allenerebbero mai a stomaco pieno. E secondo uno studio dell'Università di Bath, sono proprio questi ultimi ad aver ragione.

Le 30 persone coinvolte nella sperimentazione erano tutti uomini adulti e obesi o in grave sovrappeso. Tra loro, chi ha praticato sport prima di colazione è riuscito a bruciare il doppio dei grassi durante le sei settimane di osservazione, rispetto a chi ha invece invertito le due azioni. E questo accade per una precisa ragione biologica. Quando il tuo organismo registra un attività più intensa, ma non ha le energie immediatamente disponibili per far fronte allo sforzo, inizierà ad intaccare le tue scorte di carboidrati, prima, e di grassi, poi.

Chi pratica sport prima di colazione brucia il doppio dei grassi

Aumentano inoltre i benefici diretti sulla salute in generale. I muscoli infatti diventano più reattivi nei confronti dell'insulina, quella sostanza che favorisce il controllo del livello di zuccheri nel tuo sangue e previene l'insorgenza del diabete di tipo due. In questo modo, risulterai più protetto non solo dall'eccessivo accumulo di massa grassa, ma anche da eventuali disturbi cardiocircolatori e altre patologie.

Una volta rientrato dalla corsa, però, non saltare la colazione. Si tratta infatti di un pasto fondamentale per interrompere il digiuno notturno e per evitare che ti venga una fame improvvisa a metà mattina che ti porti a svaligiare la macchinetta degli snack accanto al tuo ufficio. In consiglio è quello di bere molta acqua per reidratarti, e poi di mangiare proteine e carboidrati nelle proporzioni di 4 a 1. L'esempio di menù ideale è quello un frutto, con yogurt greco e frutta secca assortita oppure cereali integrali.

Fonte| "Lipid metabolism links nutrient-exercise timing to insulin sensitivity in men classified as overweight or obese" pubblicato su Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism il 19 ottobre 2019