Ti sei vaccinato e ti è venuto il mal di testa? Ecco perché e cosa puoi fare

La cefalea è una dei più comuni effetti avversi successivi alla vaccinazione anti-Covid. Secondo l’Aifa insorge nella stessa giornata in cui hai effettuato il vaccino o, al più tardi, il giorno successivo, prevalentemente dopo la seconda dose dei vaccini Pfizer e Moderna e dopo la prima dose di AstraZeneca e, come la febbre, i dolori articoli e muscolari tende a svanire nell’arco di 12 ore.
Kevin Ben Alì Zinati 26 Luglio 2021
* ultima modifica il 23/09/2021

Se ti sei vaccinato contro Sars-CoV-2 potrebbe esserti capitato di provare cefalea e mal di testa. Si tratta di uno dei più comuni effetti avversi legati alla somministrazione del vaccino, a prescindere che tu abbia ricevuto Pfizer, Moderna, AstraZeneca o Johnson & Johnson.

Ormai avrai imparato che tutti i farmaci si portano dietro il rischio di qualche reazione e il vaccino anti-Covid non fa eccezione. Lo certificano anche i report di farmacovigilanzaredatti dall’Agenzia Italiana del Farmaco.

Tutti noi reagiamo in modo diverso e anche gli effetti che proviamo, sebbene siano stati raccolti in un campionario più o meno definito, possono variare da persona a persona.

Niente paura

La possibilità che dopo il vaccino possa venirti il mal di testa, come qualsiasi altra reazione avversa, non deve spaventarti e non deve diventare motivo per mettere in dubbio la validità della vaccinazione.

Le eventuali manifestazioni dopo l’inoculazione del farmaco sono una normale reazione immunologica. L’inoculazione del vaccino comporta, infatti, la produzione di sostanze infiammatorie da parte dell’organismo alle quali poi reagisce.

Di una cosa devi essere consapevole: l’insorgenza o meno di questi sintomi non è minimamente collegata con l'efficienza della reazione del tuo sistema immunitario.

Il mal di testa

Nell’ultimo rapporto di farmacovigilanza, l’Aifa ha analizzato i principali effetti avversi dopo la vaccinazione registrati fino al 26 giugno.

Scorrendo tra le sue pagine puoi leggere che sono state individuate circa 154 segnalazioni ogni 100mila vaccinati e quasi il 90% di queste riguardava eventi considerati non gravi.

Nell’87,9% si tratta di episodi di intensità lieve o moderata, mentre solo nell’11,9% l’entità della reazione è stata definita “grave”.

I più comuni riscontrati sono stati la febbre, la stanchezza e la presenza di dolori muscolari/articolari diffusi oltre al dolore sul braccio in corrispondenza dell’iniezione, brividi e nausea.

Tra questi, risultata frequente anche un dolore alla testa acuto e persistente.

Secondo l’Aifa, il 69% delle reazioni avverse sono provocate dal vicani Pfizer, anche perché è il più utilizzato in Italia (quasi il 70% della popolazione l'ha ricevuto.

Da Vaxzevria (AstraZeneca) sono arrivate il 24,7% delle segnalazioni (con il 17,3% delle dosi somministrate), da  Moderna il 5,2% (9,6% di dosi somministrate) e l’1,1% delle segnalazioni da Janssen, somministrato al 2,5% degli italiani.

Quando arriva?

La maggior parte delle reazioni (circa l’80%) si verificherebbero nella stessa giornata in cui hai effettuato il vaccino o, al più tardi, il giorno successivo.

Può anche capitare che il mal di testa, così come gli altri sintomi che ti ho descritto prima, possa insorgere anche oltre le 48 ore successive: si tratta, però, di una circostanza abbastanza rara.

Il sesto report di farmacovigilanza dell’Aifa ha messo in evidenza che che il mal di testa è più frequente dopo la seconda dose dei vaccini a mRna, quindi Pfizer e Moderna, e dopo la prima dose di AstraZeneca, basato invece su adenovirus.

Ad oggi la protezione fornita dal farmaco di AstraZeneca sembra arrivare poco dopo la prima iniezione mentre con i vaccini a mRna, solo con la seconda.

Perché Vaxzevria provoca effetti collaterali dopo la prima dose e Pfizer e Moderna dopo la seconda non è però ancora del tutto chiaro agli scienziati: più volte, infatti, ti abbiamo raccontato che la letteratura scientifica sul vaccino anti-Covid la stiamo scrivendo giorno dopo giorno.

Quanto dura?

Secondo l’Aifa, queste reazioni avverse lievi hanno una durata abbastanza limitata. Di solito insorgono 10-12 ore dopo l’inoculazione e si esauriscono in 12 ore. In alcune persone, però, potrebbero anche perdurare per più tempo e scomparire in uno o due giorni.

Come trattarlo?

Se dovesse venirti mal di testa dopo il vaccino, come ti ho detto prima, non devi spaventarti. È del tutto normale. Se dovesse persistere, parlane con il tuo medico: lui saprà come aiutarti. Molto probabilmente ti consiglierà di riposare e potrebbe suggerirti di prendere del paracetamolo o un altro farmaco anti-infiammatorio, come l'ibuprofene.

Fonte | Aifa  

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.