Tumore al seno: tinte per capelli e prodotti liscianti potrebbero aumentare il rischio

Uno studio su 50mila donne ha evidenziato una correlazione, e non un nesso di causa ed effetto, tra alcuni prodotti chimici per capelli e l’aumento del pericolo di sviluppare un tumore al seno. Va detto, però. che i fattori di rischio per questa patologia sono tantissimi e un appuntamento in più dal parrucchiere non significa automaticamente che il tuo destino sia segnato.
Giulia Dallagiovanna 5 dicembre 2019
* ultima modifica il 04/08/2020

Non stiamo dicendo che se ti tingi o ti lisci i capelli, soffrirai sicuramente di tumore al seno. Semplicemente, uno studio su 50mila donne ha evidenziato che esiste una correlazione, in particolare per le donne afroamericane. I ricercatori, comunque, ci tengono a specificare che si tratta solo di uno tra i tanti fattori di rischio per questo tipo di cancro e che rinunciare per sempre all'acconciatura che preferisci non ti metterà al riparo da ogni pericolo. Vale però la pena di capire meglio quale sia il legame tra i prodotti incriminati e una patologia che colpisce circa una donna su 8 e che, per quanto oggi vi siano buone speranze di guarigione, rimane pur sempre qualcosa di molto serio.

I dati che gli autori dello studio hanno raccolto provengono da un'altra indagine, chiamata Sister Study, che si prefiggeva di identificare quali fattori di rischio sia ambientali che familiari potessero aumentare le probabilità e di quanto. Tra questi, hanno isolato in particolare la componente "prodotti per capelli". Hanno così scoperto che, quando venivano usate regolarmente le tinte permanenti, le possibilità di ammalarsi crescevano del 9% rispetto a quelle di partenza. Non solo, ma le donne afroamericane che facevano ricorso a questa colorazione ogni 5 o 8 settimane circa, vedevano un incremento addirittura del 60% del pericolo.

Le tinte permanenti aumentano del 9% il rischio di soffrire di cancro al seno

Se invece il tuo desiderio è avere i capelli perfettamente lisci, allora forse ti interesserà di più un'altra correlazione: i prodotti chimici che permettono di ottenere questo risultato potrebbero aumentare fino al 30% il rischio di soffrire di cancro al seno, soprattutto se nei fai uso ogni 5 o 8 settimane circa.

Torno a ripeterti, però, che non è il caso di farsi pendere dal panico per un appuntamento in più dal parrucchiere: sono tantissimi gli elementi che in qualche modo hanno a che fare con questa patologia. Prevenzione significa più che altro mangiare sano, non fumare, bere poche bevande alcoliche e praticare attività fisica. Saranno inoltre necessari altri studi per determinare meglio quali composti possano stimolare l'alterazione del Dna delle cellule fino a renderle maligne.

Nel frattempo, però, le soluzioni esistono. Invece che puntare a una tintura permanente, perché non opti per l'henné o una colorazione semipermanente? La percentuale di rischio con questi prodotti si riduce drasticamente. Cerca poi di limitare il numero di volte che li utilizzi a non più di sei all'anno. Dopodiché concentrati sul tuo stile di vita, che fino ad ora è risultato essere una delle cause principali per questa forma di tumore.

Fonte| "Permanent hair dye and straighteners may increase breast cancer risk" pubblicato sul National Institutes of Health il 4 dicembre 2019

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.