Conosci tutte le proprietà e gli utilizzi dell’olio di Neem?

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
L’olio di Neem è un olio vegetale le cui proprietà risalgono all’antica medicina indiana ayurvedica, utilizzato oggi come nel passato per curare diversi disturbi della pelle come la psoriasi e gli eczemi. L’unico difetto che ha è l’odore poco gradevole.
Gaia Cortese 29 Aprile 2020

L’olio di Neem è un olio vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica, una pianta sempreverde che appartiene alla famiglia delle Meliaceae. È un albero molto comune in India, ma lo si trova facilmente nelle zone tropicali e sub-tropicali dell'Asia o dell'Africa, in Medio Oriente, in America, in Australia e in Oceania.

L’Azadirachta Indica può vivere anche fino a 300 anni e raggiungere un’altezza di 25 metri. L’olio di Neem viene estratto proprio dai suoi frutti di colore giallastro, che contenengono uno o più semi in un nocciolo duro. Per le sue proprietà benefiche in India questa pianta è chiamata Arishta ossia “l’albero capace di curare tutte le malattie” ed è infatti noto che l’olio di Neem ha innumerevoli utilizzi per alleviare diversi disturbi, in particolare quelli della pelle.

Proprietà dell’olio di Neem

All'olio di Neem vengono attribuite numerose proprietà, tra cui spiccano quelle antibiotiche, antibatteriche, antinfiammatorie e, addirittura, antiparassitarie e antimicotiche (è in grado di debellare fino a 14 tipi di funghi). A scoprire le sue proprietà è stata la medicina ayurvedica indiana, che per prima ne ha utilizzato le proprietà curative per alleviare diversi disturbi comuni come affezioni dell'apparato respiratorio (laringiti, bronchiti e faringiti), otiti, infezioni del tratto gastro-intestinale, micosi ed herpes.

Le sue proprietà antinfiammatorie sono favorite dai limonoidi e dalle catechine, e lo rendono molto un buon analgesico naturale per la cura delle artriti, dei reumatismi, dei crampi e dolori mestruali, ma anche in caso di dolori muscolari e articolari, strappi e contratture.

L'olio di Neem è riconosciuto anche per le sue proprietà eudermiche: non solo si integra bene con il film idrolipidico della pelle, ostacolando l'evaporazione dell'acqua cutanea, ma ha proprietà idratanti ed emollienti, che risultano utili in ambito cosmetico.

Usi dell’olio di Neem

Conosciute le innumerevoli proprietà di questo olio vegetale, è chiaro che gli impieghi che se ne possono fare sono altrettanto numerosi  a partire dalla pelle.

Viso

È infatti facile trovare l'olio di Neem come ingrediente principale in numerosi prodotti per la cura della pelle del viso e del corpo e per le più comuni affezioni dermatologiche. L'olio di Neem è adatto per la preparazione di creme per il viso per il suo alto contenuto di vitamina E e di acidi grassi essenziali, ma anche per le sue proprietà antiossidanti che lo rendono un ottimo prodotto anti-age.

Psoriasi

Le sue proprietà idratanti fanno sì che sia indicato anche in presenza di psoriasi ed eczemi. L'olio di Neem protegge la pelle, ma allo stesso tempo è in grado di lenire le infiammazioni e di facilitare la cicatrizzazione delle irritazioni della cute, le desquamazioni e le lesioni che disturbi come psoriasi ed eczemi possono provocare.

Acne

L’olio di Neem è in grado di contrastare alcuni ceppi batterici come quello della salmonella tifi e dello stafilococco aureo (Staphylococcus aureus), quest'ultimo responsabile di infezioni che interessano la pelle e i tessuti molli e quindi anche dell'acne. L'utilizzo del sapone di Neem è consigliato come pratica precedente al trattamento per favorire l'eliminazione dei batteri e la rimozione delle cellule morte.

Capelli

L'olio di Neem rappresenta un rimedio naturale contro i parassiti del cuoio capelluto, come per esempio i tanto temuti pidocchi. È anche eccellente per contrastare la forfora.

Animali

L’olio di Neem viene consigliato anche agli animali come efficace rimedio contro le pulci e le zecche. Durante il periodo estivo è uno dei rimedi naturali più utilizzati per ridurre il rischio di punture degli insetti soprattutto per contrastare le zanzare e i pappataci, quest'ultimi responsabili nei cani della lesmaniosi e di altre gravi malattie. L'olio di Neem quindi non è solo un ottimo antiparassitario, ma anche il miglior repellente naturale in assoluto per garantire la salute dei nostri amici a quattro zampe.

Piante

Viste e considerate le sue proprietà antiparassitarie, l'olio di Neem viene anche utilizzato per le piante perché in grado di contrastare la presenza di mosche bianche, vermi della farina, acari, cocciniglie, locuste, tripidi, coleotteri. Questa sua proprietà è dovuta al suo contenuto di azadiractina, sostanza che controlla la crescita degli insetti, impedendo che le larve si trasformino in insetti adulti.

È un pesticida naturale, biodegradabile al 100% senza alcun tipo di tossicità per l'essere umano o gli animali. Attenzione a non spruzzarlo sulla pianta in piena esposizione del sole perché in presenza di olio sulla superficie delle foglie, i raggi solari potrebbero bruciare la pianta.

Controindicazioni

Per quanto sia una sostanza naturale, ciò non significa che si possa esagerare con l'utilizzo dell'olio di Neem. Un  impiego eccessivo potrebbe dare sfogo a eventuali irritazioni cutanee, sensibilizzazioni della pelle, rossori, sfoghi,  eritemi o allergie. Altra controindicazione è l'odore pungente dell'olio di Neem, che non ne fa certo una sostanza gradevole con cui profmare la casa. Per questo motivo è spesso consigliato di unire all'olio di Neem altri oli essenziali profumati come quello alla lavanda, al limone o agli agrumi.

Dove si compra

L'olio di Neem si trova facilmente nelle erboristerie o nei negozi specializzati che si occupano della vendita di prodotti naturali; per quanto l'uso sempre più diffuso di questo prodotto, lo renda reperibile anche nelle più comuni farmacie.