Tutti parlano della bellezza del foliage, ma ne conosci i benefici?

Anche se non sei un appassionato di safari fotografici, fare l’esperienza del foliage in pieno autunno potrebbe riservarti delle sorprese. Sono infatti numerosi i benefici correlati a questa attività, dall’iniziare ad apprezzare questa stagione al coinvolgere tutta la famiglia nel trascorrere una giornata all’aperto.
Gaia Cortese 21 Ottobre 2020

Colori, profumi e atmosfere autunnali. È quello che si puoi vivere pienamente facendo l'esperienza del foliage, vale a dire quel momento in cui gli alberi in autunno perdono le loro foglie, riempiendo di colore prati, parchi cittadini e boschi.

Cadendo sul suolo, le foglie creano un tappeto naturale con una variazione cromatica davvero unica, che dal giallo betulla al rosso acero, passando per il bronzo rovere. Questo gioco di colori appassiona soprattutto gli amanti della fotografia, ma anche per chi non ha particolare dimestichezza con gli obiettivi, può essere una buona scusa per stare all'aperto e godersi questo spettacolo della natura.

Oltretutto, a pensarci bene, sono diversi i benefici che può dare l'esperienza del foliage. Vediamo quali.

Iniziare ad apprezzare l'autunno

Delle quattro stagioni l'autunno è forse quello meno apprezzato. L'estate ha dalla sua i weekend al mare, le vacanze di agosto e le scampagnate fuori città; la primavera il risveglio della natura e le giornate che si allungano; l'inverno le giornate che, per quanto fredde, iniziano ad allungarsi in vista della primavera. L'autunno invece viene associato alla fine un po' di tutto, pioggia e vento, giornate sempre più corte e la prospettiva di una lunga stagione fredda davanti.

Non è tuttavia così drammatico. L'aria frizzante dell'autunno può essere piacevole, non piove sempre e se la giornata è soleggiata, stare al sole è davvero piacevole. Passeggiare in mezzo alla natura può dare bellissime sensazioni e farti soffrire un po' meno l'imminente cambio dell'ora.

Contrasta la pigrizia

Malumore, pigrizia e stanchezza ti accompagnano nella stagione autunnale? Niente di meglio per combattere queste brutte sensazioni con l'alzarsi dal divano, uscire di casa e immergersi nella natura. Non permettere quindi alla pigrizia di prendere il sopravvento, copriti a dovere (rigorosamente “a cipolla”) e organizzati per trascorrere almeno un paio di ore, o meglio una mezza giornata, fuori casa.

Allevia lo stress

Immergersi nella natura, anche solo di un parco cittadino, può aiutarti ad allentare lo stress a cui sei sottoposto quotidianamente. Ascoltare lo scricchiolio delle foglie calpestate, il fruscio del vento tra le fronde degli alberi e i versi di qualche uccello nascosto tra i loro rami è distensivo e rilassante. Niente che possa essere lontanamente paragonato ai rumori del traffico cittadino che di norma accompagnano le giornate di chi vive in città.

La temperatura è ideale

L’aria è frizzante e il cielo è terso. Non fa caldo come in estate, ma neppure freddo come in pieno inverno. Nelle prime giornate di autunno è ancora facile avere giornate con temperature abbastanza miti. L’importante è vestirsi in modo adeguato per non soffrire il freddo, e avere nello zaino a portata di mano una giacca antivento e antipioggia.

E anche i più piccoli si divertono

Proporre una passeggiata all’aperto a un bambino potrebbe non sortire l’entusiasmo che si vorrebbe. Ma proporre una passeggiata che si all'improvviso trasforma in una sorta di caccia al tesoro è tutt’altra cosa. Nell’ammirare il foliage di un bosco per esempio, si possono cercare foglie di diverso colore, castagne, ghiande o bacche. Per i bambini sarà un passatempo molto divertente.