Un profumo che parli di me: Salvatore e il regalo dei Nipoti di Babbo Natale per conquistare la sua amata Natalina

L’iniziativa dei Nipoti di Babbo Natale permette a chiunque di esaudire il desiderio di un anziano ospite di una struttura, quest’anno a distanza. Così, Giovanna ha deciso di aiutare Salvatore a conquistare la sua amata Natalina, un’anziana non vedente che, grazie al profumo regalato a lui per Natale, potrà sapere quanto le sarà vicino.
Sara Del Dot 24 Dicembre 2020

Ciao! sono salvatore, da circa un anno sono ospite qui ed in questo periodo di tempo mi sono accorto che sono circondato prevalentemente da donne. Non sono mai stato sposato e, proprio qui, ho imparato a rapportarmi meglio con loro e ad apprezzare ogni loro aspetto. Tra di loro, una in particolare mi è a cuore e, non potendomi vedere a causa del suo disturbo visivo, desidererei ricevere in dono un profumo che mi permettesse di essere riconosciuto da lei anche senza parlarle.

Le parole che hai appena letto rappresentano il desiderio che Guido Salvatore ha espresso quando gli hanno chiesto cosa desiderasse ricevere per Natale. Salvatore ha 79 anni e dopo averne trascorsi molti a Brescia a insegnare chimica, da ormai un anno è tornato nella sua amata Lecce dove, ospite della struttura per anziani Villa Iris, ha legato con diverse persone, ma soprattutto con una: Natalina. Natalina ha 88 anni e nell’ultimo periodo è diventata il punto di riferimento di Salvatore all’interno della Rsa, la sua “persona preferita”. Anche se, a causa di un problema alla vista, le è impossibile vederlo.

Quello di Guido Salvatore e Natalina è un legame speciale, nato tra le mura di una struttura per anziani, un affetto quasi inaspettato dal momento che Salvatore non è mai stato sposato né ha interagito molto con le donne. Natalina ha saputo, inconsapevolmente, fargli conoscere un mondo tutto nuovo, anche a quest’età.

Quando ha saputo che avrebbe potuto chiedere un qualsiasi regalo per Natale, grazie all'iniziativa dei Nipoti di Babbo Natale, Salvatore ha avuto subito le idee chiare. Ciò che desidera, infatti, non è altro che “un profumo che parli di lui”, così da far sentire a Natalina la propria presenza anche quando lei non può vederlo.

Salvatore e Natalina

Quella dei Nipoti di Babbo Natale è un’iniziativa che consente a chiunque di esaudire il desiderio di un anziano ospite in una struttura, anche a distanza. In questo modo, anche chi è solo, anche chi non può vedere la propria famiglia può essere destinatario di un dono grazie a chi ha scelto di compiere un gesto di solidarietà e vicinanza. Sul sito dell’iniziativa, che quest'anno ha coinvolto 228 residenze per anziani sparse in tutta Italia, è possibile trovare una lunga lista di desideri, ciascuno accompagnato da un messaggio proprio come quello di Salvatore. Chi desideri entrare a far parte del gruppo dei “Nipoti di Babbo Natale”, può scegliere il desiderio che vuole realizzare e mettersi subito all’opera. Nel 2020 i desideri realizzati sono stati ben 5.800.

Così ha fatto Giovanna, una ragazza di 22 anni che, colpita dalla richiesta di Salvatore e dalla storia che lo ha spinto a esprimerla, ha deciso di acquistare per lui un profumo da uomo, e non un profumo qualunque. Quello che Giovanna ha fatto arrivare a Villa Iris, infatti, è la fragranza che suo padre, che da sei anni non c’è più, indossava sempre. In questo modo, Giovanna ha scelto di donare a Salvatore non soltanto un profumo, ma una parte della propria vita.

Giovanna, 22 anni, Nipote di Babbo Natale

Se gli anni scorsi i Nipoti di Babbo Natale potevano recarsi di persona a consegnare i doni conoscendo direttamente gli anziani a cui erano destinati, a causa del Covid quest’anno ogni cosa si è svolta in digitale, a distanza. A causa delle restrizioni dovute alla diffusione del virus, infatti, non è stato possibile accedere alle case di riposo e proprio per questo motivo è oggi più importante che mai far sentire agli ospiti delle strutture la propria vicinanza e l’affetto di cui hanno bisogno.

Così, grazie a Giovanna, Salvatore potrà aiutare Natalina a riconoscerlo sempre ed entrambi potranno sentirsi più vicini anche nella solitudine di quest’anno.