Utrecht sposa la mobilità dolce. E in città nasce un Bike Park che ospita fino a 12.500 biciclette

La mobilità dolce di Utrecht non si limita ai percorsi lungo i canali della città su romantici battelli. Questa città olandese ama spostarsi in bicicletta, e ce ne sono talmente tante ormai da dover pensare un vero e proprio parcheggio dedicato: così è stato realizzato lo Stationsplein Bicycle Parking.
Rubrica a cura di Gaia Cortese
13 marzo 2019

È la seconda città al mondo per numero di bici. Per questo motivo il più grande parcheggio al mondo per biciclette non poteva che essere realizzato qui. Siamo a Utrecht, in Olanda. A mezz’ora di treno dall’aeroporto di Amsterdam Shipol, questa piccola città olandese ricorda molto la Capitale del Paese dei Tulipani: l’architettura fiamminga dei palazzi, i numerosi canali che la attraversano e soprattutto il gran numero di biciclette che si vedono ad ogni angolo della città potrebbero facilmente trarti in inganno.

Utrecht è la quarta città dei Paesi Bassi per numero di abitanti, conosciuta perlopiù per il suo campanile, il più alto e antico di tutta l'Olanda (misura ben 112 metri!). Ma forse pochi sanno che è anche una città attentissima al discorso della mobilità dolce, e non mi riferisco solo agli spostamenti su battello sui canali che attraversano la città, bensì alla passione per le due ruote.

Utrecht ha sempre considerato la mobilità sostenibile come un aspetto estremamente importante della vita urbana. Per contribuire alla salute della città e alla qualità di vita dei suoi residenti, negli ultimi anni la città ha puntato molto sulla riduzione del traffico urbano, delle emissioni di CO2 e del particolato. Così, con lo scopo di migliorare la qualità dell'aria, da gennaio 2015 ha iniziato a vietare l’ingresso nel centro urbano di tutte le auto diesel e dei furgoni di consegna prodotti prima del 2001, diventando così la prima zona a basse emissioni dei Paesi Bassi.

Utrecht dà la priorità a ciclisti e pedoni e rende facile parcheggiare le biciclette.

Utrecht invita a usare la bicicletta

L'Amministrazione cittadina ha sempre puntato a promuovere l’utilizzo della bicicletta tra i residenti e i turisti che visitano la città. Scegliendo questa forma di trasporto, non solo si riduce l’inquinamento atmosferico e si riduce il livello di traffico, ma i cittadini risparmiano tempo e, praticando più attività fisica, conducono inevitabilmente uno stile di vita più salutare. Negli anni Utrecht ha investito molto nello sviluppo di vaste infrastrutture ciclabili, tra cui il parcheggio per biciclette più grande del mondo situato prioprio nel centro della città: lo Stationsplein Bicycle Parking.

Stationsplein Bicycle Parking

Posto nell’area della stazione centrale di Utrecht (al momento oggetto di un importante programma di trasformazione urbana), lo Stationsplein Bicycle Parking è aperto al pubblico già dal 2017, ma al momento è stata realizzata solo la prima fase dell’intero intervento. La struttura sviluppata su tre piani interconnessi è già in grado di ospitare fino a 7.500 biciclette (ed è già la più grande dei Paesi Bassi), ma entro questa primavera, dovrebbe raggiungere la piena capacità di 12.500 posti, per diventare così la più ampia al mondo.

Il parcheggio è posto sotto una sorta di piazza rialzata, contraddistinta da un’iconica copertura a nido d’ape. Con l’intento di trasformare la stazione centrale della città nel più grande hub di trasporto pubblico del Paese, molta importanza è stata naturalmente riservata alla mobilità su due ruote, d'altronde si sa, la bicicletta è il mezzo più amato dagli olandesi. Nei pressi del terminal quindi è stata creata una rete di parcheggi di alta qualità, in grado di garantire il parcheggio a ben 33.000 posti biciclette complessivi dislocati nei vari parcheggi dell'area.

Il Bike Park Stationsplein ha tre principali obiettivi: la praticità, la velocità e la sicurezza. Se dovesse capitarti di parcheggiare la tua due ruote qui, dopo aver effettuato il check-in con la tua chip card personale, potresti pedalare fino alla tua area di parcheggio, lungo i percorsi e le rampe distribuiti nella struttura, senza possibilità di perderti grazie all'efficiente segnaletica. Non mancano percorsi e scale pedonali che permettono di passare da un livello all’altro anche a piedi o di raggiungere facilmente le piattaforme della stazione ferroviaria, la piazza sopraelevata e il terminal principale. All'interno del Bike Park troveresti anche ulteriori servizi di assistenza, un centro di riparazione, un noleggio con 750 biciclette pubbliche e diverse stazioni di controllo.

Questo articolo fa parte della rubrica
Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…