A Madrid arriva Taxi-Luz, il tour gratuito per gli anziani che desiderano vedere le luci di Natale in città

Un’iniziativa per combattere la solitudine e per far vivere anche ai più anziani l’atmosfera di Natale. Per il terzo anno consecutivo, a Madrid, circa 200 tassisti sono a disposizione delle persone più sole per un magico itinerario tutto fatto di luci e decorazioni natalizie.
Gaia Cortese 15 Dicembre 2019

Saranno circa 70mila gli anziani che quest’anno potranno visitare Plaza Mayor e le principali strade illuminate per le feste di Natale, comodamente seduti a bordo di un taxi. L’originale iniziativa Taxi-Luz, è stata annunciata di recente da Pepe Aniorte, Delegato per le famiglie, l'uguaglianza e il benessere sociale, e prevede che circa duecento tassisti della città della movida accompagnino per le principali vie del centro, tutte le persone che usufruiscono del servizio municipale di aiuto a domicilio.

L'iniziativa è giunta quest'anno alla sua terza edizione e  prevede che l'itinerario del Taxi-Luz abbia inizio sul Paseo de Camoens e termini a Plaza de Toros de Las Ventas. Chi viaggerà a bordo di questi taxi speciali avrà la possibilità di vedere le luci e gli addobbi natalizi allestiti nelle strade di Princesa, Gran Vía, Alcalá-Cibeles, Goya e Serrano.

"Li prendiamo nei loro centri e dopo averli portati in giro per le principali vie della città, secondo l'itinerario stabilito, li riportiamo alla loro residenza – ha commentato María Jesús Sierra, rappresentante del collettivo dei tassisti -.  Addobbiamo a tema natalizio le nostre auto, offriamo qualche dolce tipico di questa festa e mettiamo musica a tema. Queste persone gradiscono moltissimo, anche perché alcuni di loro non hanno neppure l'opportunità di uscire dal loro centro per anziani durante l'anno".

Sempre Pepe Aniorte ha anche già annunciato che dopo le festività, nel mese di gennaio, sarà avviato un programma per meglio identificare i problemi di chi vive in solitudine, per creare valide reti di appoggio e di vicinato. Il programma inizialmente partirà in tre quartieri di Madrid, per poi allargarsi a tutti e ventuno i quartieri in cui è suddivisa la città.

Fonti | Madridiario, Pùblico