A Ostuni un albero di Natale alto 12 metri e realizzato all’uncinetto: l’impresa record delle donne pugliesi

Due mesi per realizzare quattromila mattonelle all’uncinetto e dare vita a un albero di Natale sui generis. All’iniziativa non solo hanno aderito le cittadine del centro per anziani “Il filo d’Arianna” di Ostuni, ma anche numerose donne di altre città della Puglia.
Gaia Cortese 16 Dicembre 2021

Quattromila mattonelle realizzate all’uncinetto, unite per dare vita ad un albero di Natale dalla spiccata originalità. Dove ogni mattonella racconta una storia diversa, da quella di Nina che per una vita ha lavorato come magliaia a quella di Maria, ex bracciante agricola che si è avvicinata per la prima volta al lavoro a maglia all’età di 67 anni. Perché non è mai troppo tardi, soprattutto quando mettersi di impegno in un progetto porta a questi risultati.

In appena due mesi le donne che hanno aderito all'iniziativa sono riuscite a realizzare un albero di Natale all’uncinetto alto 12 metri, inaugurato e installato in piazza Italia, a Ostuni, a inizio dicembre.

L’iniziativa è stata lanciata e poi portata avanti dal centro per anziani Il filo d’Arianna di Ostuni, gestito dall’associazione Le radici del Sud.

"Abbiamo iniziato a pensare a quest’opera un paio d’anni fa, quindi siamo stati costretti a rimandare la realizzazione a causa del Covid – ha spiegato Michele Conenna, responsabile della direzione artistica dell’associazione Le Radici del Sud –. L’idea è nata per caso, mentre guardavo una signora che cuciva all’uncinetto le calze per il nipote. Il pensiero è andato subito agli ormai famosi alberi di Natale fatti con questa tecnica e all’ambizione di realizzare l’albero più alto d’Italia. Noi abbiamo iniziato a ottobre a lavorarci su con grande impegno, dati i tempi ristretti, ma la cosa più esaltante di questi mesi è stata la solidarietà che ci hanno dimostrato tantissime associazioni e singoli cittadini pugliesi, che si sono offerti nella creazione delle piastrelle all’uncinetto. Da ogni parte della Puglia sono arrivate piastrelle colorate per il nostro albero e alla fine ne avevamo così tante che ci è stato possibile decorare l’intera Piazza”.

Oltre alle cittadine di Ostuni, infatti, al progetto hanno aderito numerose donne di altre città pugliesi come Vieste, Foggia, Lecce e Bari.

“Questo è l’albero della Puglia, non è solo nostro – ha continuato Michele Conenna -, Ci ricorda anche che gli anziani non devono essere lasciati soli, né a Natale né mai. Sono il nostro tesoro”.