Al Gaslini è stata inaugurata “L’isola dei sogni”, opera onirica dello street artist Raul

In occasione dell’84esimo compleanno dell’Istituto Gaslini di Genova è stato dato inizio al “Gaslini Art Project”, 10 opere che saranno realizzate da noti street artist di fama internazionale.
Gaia Cortese 14 Giugno 2022

“Un progetto artistico pensato e dedicato ai bambini, alle famiglie e al personale ospedaliero con lo scopo di offrire unicità, bellezza ed evasione a tutti coloro che popolano questo luogo di cura e di speranza”. Sono le parole del presidente dell’Istituto Gaslini Edoardo Garrone, nel presentare il “Gaslini Art Project”, dieci opere realizzate da diversi street artist noti sulla scena internazionale, allo scopo di trasformare una struttura ospedaliera in una sorta di percorso artistico.

Lo scorso 17 maggio è stato inaugurato il primo dei dieci murales del progetto: una riproduzione de “Un tenero abbraccio” di Emile Munierr su una parete di 12 metri per 10, realizzata dall’artista Andrea Ravo Mattoni.

Venerdì scorso è stata invece la volta dello street artist Marco Lullo, in arte Raul, che ha portato a termine il murales “L’isola dei sogni”, un’opera che porta con sé grande energia e positività, un portale onirico da cui poter evadere in cerca della libertà.

Il progetto Gaslini Art Project ha tutte le carte in regola per diventare un contenitore di bellezza veicolata attraverso l’arte, o come ha spiegato Paolo Rovelli, creatore dello spazio artistico LaCattedrale e ideatore del progetto:Un progetto di riqualificazione destinato ad essere un unico nel modo ospedaliero e dell’arte, attraverso l’espressione democratica che solo la street art sa donare”.

Venerdì scorso è stata inaugurata anche la nuova vetrata di ingresso dell'Istituto Gaslini. “La vetrata dei sogni”, colorata da Promo Graphics, separa i due corpi di ingresso del Gaslini ed è un invito a far entrare la luce. Composta da 35 rettangoli di vetro, l'opera trasforma la sua storica facciata in un vero e proprio prisma di colori, attraverso il quale la luce esterna illumina parte un'ampia sezione dell'istituto.

in occasione dell'ultima inaugurazione il presidente Edoardo Garrone ha aggiunto: "Le opere artistiche che di volta in volta stanno cambiando l’aspetto esteriore degli spazi architettonici, trasformati in gigantesche tavolozze, arricchiscono il nostro storico Istituto, che è sempre stato molto più di un semplice ospedale, ma soprattutto veicolano nel modo migliore il messaggio di grande amore, attenzione e dedizione che tutti i nostri operatori hanno verso i bambini in cura e le loro famiglie. L’arte può fare la differenza nella percezione del contesto di cura”.