Come smettere di fumare con i rimedi naturali: 5 alimenti che ti faranno dimenticare le sigarette

Se hai deciso di dare l’addio definitivo al fumo, ma non sei ancora riuscito a gettar via l’ultimo pacchetto, o anche se sei già passato alla fase successiva, quella della crisi d’astinenza, ti sarai reso conto che è molto dura liberarsi dalla dipendenza da nicotina. Esistono però alcuni alimenti che possono aiutarti a mettere a tacere i sintomi.
Giulia Dallagiovanna 3 gennaio 2019

Smettere di fumare è difficile, anzi difficilissimo. Inutile illuderti, avrai bisogno di tutta la tua forza di volontà e probabilmente dovrai fare più di un tentativo, prima di riuscire a dare l'addio definitivo alle sigarette. Si tratta infatti di una dipendenza in piena regola, poiché la nicotina, sostanza presente nelle foglie del tabacco, entra in circolo e arriva a stimolare i recettori nicotinici che hai nel cervello, provocando quella sensazione di piacere e gratificazione che probabilmente conoscerai bene.

E questa è anche la ragione per la quale il vero scoglio non è tanto gettar via l'ultima sigaretta, ma superare la sindrome d'astinenza che insorge subito dopo. Ansia, irritabilità e irrequietezza sono stati d'animo che, se sei arrivato a questa fase, ti risulteranno familiari. Altri sintomi tipici sono poi una forma simile alla depressione, diminuzione della capacità di concentrazione e aumento dell'appetito.

Su Ohga ti avevamo già dato qualche consiglio per smettere di fumare, ma oggi ti propongo alcuni rimedi naturali che ti aiuteranno invece a combattere l'astinenza e a non ricominciare.

I rimedi naturali per smettere di fumare

Non dovrai per forza ricorrere a farmaci o cerotti alla nicotina, per riuscire ad abbandonare il vizio del fumo. La natura ti offre già tutti i rimedi dei quali hai bisogno per prenderti cura di te, ecco quali sono:

Lo zenzero

Soprattutto se sei un fumatore incallito, il tuo momento più critico sarà la mattina. Di notte infatti i livelli di nicotina nel sangue si abbassano e il tuo cervello, ormai abituato a riceverne in elevate quantità, ne reclamerà la sua dose giornaliera.

Un buon rimedio naturale per contrastare la crisi d'astinenza mattutina può essere lo zenzero. Ti aiuterà a combattere il senso di ansia e irrequietezza che potrebbe accoglierti al risveglio e, se ne soffri, calmerà anche la nausea. In inverno, potresti prepararti una tisana oppure mangiarne un pezzetto prima di fare colazione.

In estate invece può diventare un'ottima bevanda dissetante. Metti un pezzetto di zenzero in un bicchiere pieno di acqua o nella borraccia che porti con te al lavoro. Durante la giornata, ti farà dimenticare le sigarette e ti aiuterà ad espellere più facilmente le tossine accumulate con il fumo. Per aumentare l'effetto puoi anche aggiungere un po' di succo di limone. Si tratta infatti di un rimedio alcalinizzante che ti aiuterà a ridurre il desiderio di nicotina.

Il ginseng

Se sei ancora alle prese con l'ultimo pacchetto e non sei ancora riuscito a dargli un addio definitivo, ti consiglio di sostituire il caffè con il ginseng. Questa pianta è infatti in grado di ridurre la produzione di dopamina, ovvero quel neurotrasmettitore che ti fa provare sensazioni piacevoli quando viene stimolato dalla nicotina. In sostanza, questo rimedio della nonna ti toglie le ragioni valide per accenderti una sigaretta.

Le noci

Le noci, ma anche le arachidi, le nocciole o le mandorle, sono delle merende sane e naturali. Come fossero un pacchetto di patatine, puoi tenerle sulla scrivania e sgranocchiarle quando ti viene voglia. Non sono tanto le sostanze che contengono, quanto le azioni a esserti d'aiuto.

La tua bocca e le tue mani saranno impegnate e sostituirai la gestualità del fumare una sigaretta, con un'altra altrettanto conosciuta, e associata al piacere, del prendere uno snack da un pacchetto. Inoltre, eviterai di cedere alla tentazione dei prodotti industriali, che ti farà compagnia soprattutto durante i primi giorni, quando aumenterà l'appetito.

La liquirizia

Seguendo lo stesso ragionamento fatto per la frutta secca, anche la liquirizia può essere un buon passatempo antifumo. Puoi masticare la radice oppure mangiare le caramelle, in ogni caso sostituirai i gesti legati alla sigaretta con un'abitudine più sana. Certo, meglio non esagerare con le caramelle.

Se poi è inverno, potresti prepararti una tisana, mettendo in infusione in acqua calda un bastoncino per una ventina di minuti. Ti aiuterà a calmare lo stress provocato dall'astinenza, oltre a essere una bevanda antibatterica e antinfiammatoria, che può anche contrastare le conseguenze del fumo.

La valeriana

Se ti sembra che il tuo umore sia così compromesso da non permetterti di ritrovare la tranquillità e se persino di notte di risulta difficile dormire a causa del nervosismo per la nicotina non assunta, la valeriana è la soluzione che fa per te.

Una pianta a effetto sedativo che ti permetterà di calmare i nervi e rilassare i muscoli tesi e a contrastare la tachicardia. Te ne consiglio una tisana prima di coricarti. Non potrai però esagerare con le dosi, in questo caso, perché un eccesso di valeriana provoca esattamente l'effetto opposto a quello desiderato. Cerca quindi di non bere più di tue tazze di infuso a settimana.

Se hai bisogno di una quantità maggiore, prova a sostituirla con altre piante dalle proprietà simili, come la melissa e la passiflora.

Smettere di fumare: i benefici immediati

La ragione principale per la quale devi smettere di fumare è quella della prevenzione di diverse patologie, anche molto gravi, come cancro ai polmoni o ictus. Ma se questo è un aspetto positivo del quale ti accorgerai più avanti negli anni, esistono alcuni benefici immediati che scoprirai non appena avrai detto addio all'ultima sigaretta. Si tratta in particolare di effetti positivi che noterai in tre ambiti: sessuale, psicologico ed estetico, ovvero direttamente sulla tua pelle.

Smettere di fumare: benefici in ambito sessuale

Il fumo influisce sulla circolazione sanguigna, fondamentale durante la fase dell'eccitazione sessuale. Questo significa che anche una solo sigaretta può provocare disfunzione erettile e  quindi una mancata erezione. Ma anche se sei una donna, non dovresti sottovalutare le conseguenze di questa cattiva abitudine. Oltre a mettere a rischio la fertilità, infatti, provoca anche una diminuzione della lubrificazione. In breve, diventa tutto molto meno divertente per entrambi.

Smettere di fumare: benefici in ambito psicologico

Probabilmente il numero di sigarette che fumi aumenterà in modo direttamente proporzionale alla quantità di stress che devi affrontare in un determinato periodo. Il fumo infatti appare spesso come una sorta di calmante. La realtà però è che la nicotina agisce sul sistema nervoso e a lungo andare favorisce l'insorgenza di ansia e depressione. Rinunciare a questo vizio, ti porterà ad affrontare le situazioni a mente più lucida e a scongiurare il pericolo di crisi nervose e attacchi di panico.

Smettere di fumare: i benefici sulla pelle

Le zampe di gallina, la pelle che inizia a cedere, tante piccole rughe che si formano lungo le guance e quei tipici tagliati sulle labbra. Tutti segni che sei, o sei stato in passato, un fumatore accanito. Il fumo infatti accelera l'invecchiamento della cute, aumenta le occhiaie e le borse sotto gli occhi e rende il tuo colorito molto pallido. In breve, smettere di fumare ti rende più bello. Sembra infatti che non toccare più una sigaretta non solo rallenti questi effetti collaterali, ma provochi una sorta di inversione di tendenza, per la quale la tua pelle recupererà elastici e colore e apparirà addirittura con qualche anno in meno.

Smettere di fumare: gli altri benefici immediati

Già dopo il primo giorno che hai ufficialmente spento l'ultima sigaretta, ti accorgerai che ti è sparita quella fastidiosa tosse metallica tipica dei fumatori. La tua gola non si irriterà più così facilmente e tornerai a gustare i sapori degli alimenti, che l'aroma di tabacco e nicotina rendeva un insieme indistinto e difficilmente percepibile. Infine, ti accorgerai che anche il tuo apparato respiratorio beneficerà immediatamente del tuo nuovo stile di vita: niente più fiato corto dopo una camminata veloce o alla fine della prima rampa di scale.

(Ultima modifica effettuata il 25/02/2019)