Fairtrade e commercio equo solidale

Il commercio equo e solidale o fair trade si è sviluppato intorno ai primi Anni Cinquanta, prima negli Stati Uniti, poi nel Regno Unito e a seguire in Europa, intorno agli Anni Sessanta.
Il fair trade è una tipologia di commercio che permette di vendere i prodotti direttamente al cliente finale, eliminando gli intermediari.

Il fair trade vuole essere una risposta alla crescente consapevolezza dei danni ambientali e sociali causati dalle politiche d’importazione dei paesi industrializzati e una forma di riscatto per quei piccoli produttori agricoli fortemente penalizzati dal commercio tradizionale.

Caratteristica che distingue il fair trade dal commercio tradizionale è la filiera corta, ossia un ciclo produttivo-commerciale che prevede minimi passaggi dal produttore al cliente finale, in modo da rendere sempre tracciabile il prodotto e contenere i costi di produzione.