Hai le mani fredde e indolenzite? Scopri perché compaiono i geloni alle mani e come riconoscerli

Specialmente d’inverno, i geloni alle mani possono presentarsi a causa di sbalzi di temperatura improvvisi e provocare prurito, dolore e gonfiore alle dita. Non è problema grave, ma va curato con attenzione per evitare infezioni o altre complicazioni, preferendo sempre i rimedi consigliati dal medico a quelli naturali.
Alessandro Bai 6 Ottobre 2021
* ultima modifica il 07/01/2022

Con l'arrivo dell'inverno e delle basse temperature, l'esposizione del tuo corpo al freddo può provocare i geloni, una reazione della pelle dovuta proprio agli sbalzi termici che consiste nell'infiammazione dei piccoli vasi sanguigni cutanei.

I geloni alle mani sono sicuramente una tra le forme più frequenti di questo problema, che può manifestarsi anche in altre estremità del corpo esposte al cambio repentino di temperatura, come le dita dei piedi, le orecchie e il naso. I sintomi che potresti avvertire in questi casi vanno dal prurito e l'arrossamento fino a vesciche, dolore e gonfiore avvertiti alle dita delle mani; è un problema che si può curare in poco tempo, ma non devi fare l'errore di ignorare o trascurare le lesioni, altrimenti rischieresti di sviluppare delle infezioni o di provocare la comparsa di ulcere e cicatrici.

Dopo aver imparato a riconoscere i geloni, sarà quindi importante che tu sappia come curarli, affidandoti al medico in caso di bisogno, ma soprattutto che tu sia in grado di evitarli seguendo alcune semplici regole di prevenzione.

Cosa sono

I geloni alle mani sono un'infiammazione dolorosa dei piccoli vasi sanguigni della pelle che si verifica in risposta all'esposizione ripetuta all'aria fredda seguita dal passaggio ad una temperatura calda. È proprio questo sbalzo termico a provocare la fuoriuscita di sangue dalla parete dei vasi sanguigni, che a propria volta porta all'infiammazione cutanea che può manifestare con prurito, macchie rosse, gonfiore e vesciche, non solo sulle mani ma anche sulle dita dei piedi, orecchie e naso.

Di solito i geloni alle mani si risolvono in un arco temporale abbastanza breve, tra una e 3 settimane, soprattutto se il clima si fa più caldo e a meno che non siano dovuti ad altre patologie sottostanti. Potresti anche essere un soggetto sensibile e avere ricorrenze stagionali per anni. Ciò vuol dire, che tutte le volte che arriva l’inverno, questo disturbo puntuale torna a farti visita, ma occasionalmente potresti averlo anche in estate.

Il trattamento prevede la protezione dal freddo e l'uso di lozioni per alleviare i sintomi. Per fortuna, difficilmente sono lesioni gravi, ma possono causare infezioni se non vengono trattate adeguatamente e sono considerati un danno vascolare.

geloni-alle-mani
I geloni alle mani compaiono a causa di una reazione della pelle ad uno sbalzo di temperatura improvviso.

Sintomi

I sintomi che possono aiutarti a riconoscere i geloni alle mani si concentrano soprattutto sulle dita e possono comprendere:

  • Piccole macchie rosse pruriginose sulle dita della mani
  • Possibili vesciche o ulcere cutanee
  • Gonfiore
  • Bruciore
  • Colore della pelle delle dita delle mani che cambia dal rosso al blu scuro
  • Dolore

Nei casi più gravi, i geloni causano ulcere e infezioni. Oltre ad essere dolorose, le infezioni vanno curate in modo adeguato per evitare complicazioni che potrebbero essere potenzialmente pericolose per la vita.

Cause

Come ti ho anticipato, i geloni compaiono solitamente a causa della reazione della pelle ad uno sbalzo di temperatura, quindi ad un passaggio troppo rapido da un ambiente caldo ad un ambiente freddo.

Devi sapere infatti che i cambi di temperatura innescano determinati processi fisiologici, una sorta di strategia che il tuo organismo mette in atto per continuare a svolgere le proprie funzioni anche in condizioni termiche diverse: nello specifico, mentre il freddo porta alla costrizione vascolare, ovvero il restringimento dei vasi sanguigni finalizzato a limitare la perdita di calore, il caldo provoca la reazione opposta, portando gli stessi vasi sanguigni a dilatarsi (vasodilatazione).

Quando passi dal freddo al caldo troppo velocemente, quindi, la dilatazione dei vasi sanguigni avviene in modo brusco e causa danni ai tessuti, attraverso una fuoriuscita di sangue dalla quale ha origine l'infiammazione che provoca i geloni alle mani.

Oltre a questo meccanismo, che è quello da cui nasce il problema, posso menzionarti alcuni fattori di rischio che aumentano la tua predisposizione e quindi la possibilità di sviluppare i geloni, anche in estate:

  • Indossare indumenti stretti o che espongono la pelle al freddo
  • Essere donna
  • Essere sottopeso. Le persone che pesano circa il 20% in meno di quanto previsto per la loro altezza hanno un aumentato di rischio di geloni
  • Avere una cattiva circolazione
  • Soffrire della sindrome di Raynaud
  • Avere una malattia autoimmune, come il lupus

Negli ultimi mesi, i geloni alle mani e ai piedi sono stati associati anche al Covid-19, poiché ritenuti uno dei pochi sintomi, peraltro tardivi, provocati dall'infezione da Sars-CoV-2 in una fascia di pazienti, soprattutto di giovane età, che a parte questa manifestazione cutanea erano per il resto pressoché asintomatici.

Diagnosi

La diagnosi dei geloni alle mani si può fare semplicemente osservando la pelle e in linea di massima non c’è bisogno di un medico per accorgersi dei cambiamenti sulle tue mani. Avvisa però il dottore perché dovrà stabilire quale sia la terapia migliore e potrebbe richiedere degli esami per controllare la circolazione e un’eventuale biopsia cutanea, per escludere che il problema sia dovuto ad altre patologie.

Rimedi

Per guarire dai geloni alle mani dovrai, per prima cosa, evitare di esporre le dita nuovamente al freddo, usando i guanti per mantenere al caldo e ben asciutte. Se non dovesse bastare, o se i sintomi che avverti sono particolarmente intensi, il medico potrebbe darti diverse opzioni di trattamento, che vanno dall'applicazione di creme a base di corticosteroidi per alleviare dolore, prurito e gonfiore ad una terapia farmacologica (ad esempio a base di nifedipina) mirata a ridurre la pressione del sangue e favorire la vasodilatazione.

Potresti aver sentito parlare anche dei rimedi naturali per curare i geloni alle mani, ma ovviamente la loro efficacia non è paragonabile a quella delle cure raccomandate dal tuo medico, che va sempre consultato a prescindere dalle soluzioni che possono darti sollievo temporaneamente.

Prevenzione

Come puoi immaginare, la prevenzione per la cura dei geloni alle mani è sicuramente la strada principale da percorre. In che cosa consiste? Piccole accortezze, come limitare o evitare l’esposizione al freddo, indossare indumenti non troppo stretti, ma caldi e resistenti all’acqua. Per capirci, le tue mani dentro ai guanti non devono essere costrette e devi poter muovere le dita (di conseguenza il modello migliore sono le muffole). Mantieni la tua casa e possibilmente anche l’ufficio, la zona in cui lavori, ad una temperatura adeguata e non fumare.

Fonte | Humanitas

(Scritto da Valentina Rorato il 25-1-2021
Modificato da Alessandro Bai il 5-10-2021)

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.