Il morso del ragno violino: come puoi riconoscerlo e curarlo

Piuttosto schivo e appartato, in tempi recenti il ragno violino è riuscito a scatenare una psicosi diffusa su tutto il territorio. Ecco tutto quello che devi sapere per non preoccuparti su questo animaletto che, per quanto brutto, non si può di certo definire pericoloso.
Gaia Cortese 12 agosto 2019
* ultima modifica il 12/08/2019

È notizia di pochi giorni fa che il centralino del Centro Antiveleni del Policlinico Gemelli di Roma è stato subissato di chiamate per sospette punture da ragno violino. Un animaletto che in verità non è pericoloso né tantomeno velenoso. Il suo morso può provocare arrossamento della cute, prurito, formicolio o irritazione, alla peggio qualche linea di febbre, ma nessun’altra conseguenza grave.

Chi è il ragno violino

Il ragno violino (Loxosceles rufescens) appartiene alla famiglia dei Sicaridi, è piuttosto piccolo (la dimensione del suo corpo arriva a malapena ad un centimetro), ma certo, con le zampe, raggiunge anche i 5 centimetri e questo aspetto può incutere un certo timore. Puoi riconoscerlo per il colore marrone chiaro e per una singolare macchia sul prosoma (la testa del ragno) che ricorda vagamente la sagoma di un violino, con il manico che si estende lungo l’addome: da qui il nome con cui è comunemente conosciuto. È una specie notturna e vive in campagna, nelle crepe tra i muri, nei più stretti anfratti. Insomma, non è di certo un ragno fastidioso, al contrario tende a nascondersi e a non farsi proprio vedere. Come si giustifica allora tutto questo allarme?

Psicosi da ragno violino

Come riportato sul sito di Adnkronos “nel 2015 e nel 2017 in Italia si sono verificati due decessi, causati però dalle gravi patologie preesistenti dei due pazienti”. Una condizione di salute già compromessa è l'unica condizione in cui il morso del ragno violino può provocare conseguenze più gravi rispetto a ciò che si verificherebbe nella normalità. Più raramente possono verificarsi eventuali casi allergici, ma non certo eventi fatali.

I sintomi del morso del ragno violino

La puntura del ragno violino è molto simile a quella di un'ape, ma non è altrettanto dolorosa. Se dovessi avere il sospetto di essere stato morso da questo ragno, tutto sommato abbastanza inoffensivo, non è assolutamente necessario allarmarsi e correre in pronto soccorso. Tuttalpiù consulta un centro antiveleni, descrivendo le circostanze in cui sei stato morso, i segni e i sintomi eventualmente presenti.

Generalmente i sintomi compaiono nelle successive 24/48 ore dal morso, quindi potresti anche non accorgertene subito. C'e da dire poi che il ragno violino morde molto raramente, proprio per la sua natura schiva, e lo fa solamente se si trova nei vestiti o nelle scarpe e se viene quindi inavvertitamente schiacciato.

Come si cura

Nel caso venissi morso dal ragno violino, la prima cosa da fare è lavare subito la zona interessata con acqua e un detergente disinfettante. Per ridurre il gonfiore puoi anche applicare localmente del ghiaccio. L'ideale sarebbe anche catturare il ragno che ti ha morso per verificare di che specie di aracnide si tratta e poi, per stare più tranquilli, è meglio consultare il proprio medico di fiducia o un dermatologo.

Fonte | Aracnofilia.org

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.