La depilazione laser è davvero un trattamento definitivo? E quali sono i rischi?

I peli possono essere un vero incubo, soprattutto quando crescono in quantità in zone imbarazzanti e fatichi a depilarti velocemente. Cosa puoi fare? Sicuramente la depilazione laser può esserti di grande aiuto, ma non devi aspettarti un effetto definitivo. Ti permette di ridurre la crescita del 90%, effettuando però periodiche sedute di mantenimento.
Rubrica a cura di Valentina Rorato
20 Marzo 2021

La depilazione laser va molto di moda, soprattutto perché racchiude in sé la promessa di eliminare per sempre i peli superflui. È realmente così? La possono fare tutti o ci sono dei rischi che devi assolutamente considerare? Scopriamo insieme le caratteristiche di questo metodo.

Che cos’è

La depilazione laser è una procedura medica che utilizza un raggio di luce concentrato (laser) per rimuovere i peli superflui. Durante il trattamento, un laser emette una luce che viene assorbita dal pigmento (melanina) dei peli. L'energia luminosa viene convertita in calore, che danneggia le sacche a forma di tubo all'interno della pelle (i follicoli piliferi) che producono peli.

Sebbene la depilazione laser ritardi o inibisca efficacemente la crescita dei peli per lunghi periodi, di solito non si traduce in una depilazione permanente. Sono necessari più trattamenti di epilazione laser e potrebbero essere necessari anche trattamenti di mantenimento. E non è tutto, perché è più efficace sulle persone che hanno la pelle chiara e i peli scuri, ma può essere utilizzata con successo su tutti i tipi di pelle.

Perché si fa

La depilazione laser, come tutte le depilazioni, serve per rimuovere i peli superflui. La differenza con le altre tecniche sta nella durata di questo trattamento: la ceretta va ripetuta ogni 20 giorni, il rasoio va passato ogni due o tre giorni, il laser invece ha una durata molto superiore. Questa tecnica si può effettuare su gambe, ascelle, labbro superiore, mento e inguine. Tuttavia, è possibile trattare i peli superflui in quasi tutte le aree, tranne la palpebra o l'area circostante. Anche la pelle con i tatuaggi non dovrebbe sottoposta a laser.

Che cosa influenza il laser

Se vuoi essere sicuro di avere buoni risultati, devi fare attenzione al colore dei peli e al tipo di pelle. Il principio di base è che il pigmento dei peli, ma non il pigmento della pelle, dovrebbe assorbire la luce. Il laser dovrebbe danneggiare solo il follicolo pilifero evitando danni alla cute. Pertanto, un contrasto tra i peli e il colore della pelle – capelli/peli scuri e pelle chiara – si traduce nei migliori risultati. La depilazione laser è meno efficace con i peli color grigio, rosso, biondo e bianco.

Rischi

Il laser non è un trattamento privo di rischi, ma ovviamente gli effetti collaterali dipendono dal tipo di pelle, dal colore dei capelli, dal trattamento e dall'aderenza alla cura pre-trattamento e post-trattamento. Potresti quindi soffrire di:

  • Irritazione della pelle. Dopo la depilazione laser sono possibili disagio temporaneo, arrossamento e gonfiore. Qualsiasi segno e sintomo scompare in genere entro alcune ore.
  • Cambiamenti del pigmento. La depilazione laser potrebbe scurire o schiarire la pelle colpita. Questi cambiamenti potrebbero essere temporanei o permanenti. Lo schiarimento della pelle colpisce principalmente coloro che non evitano l'esposizione al sole prima o dopo il trattamento e coloro che hanno la pelle più scura.
  • Vesciche, formazione di croste, cicatrici o altri cambiamenti nella struttura della pelle. Questi effetti collaterali sono molto rari.

Come prepararsi

Hai la prima seduta di depilazione laser, come ti prepari? In realtà non devi fare nulla di particolare. Si consiglia comunque di parlarne con un medico, soprattutto se stai seguendo una terapia farmacologica a base di antibiotici, che potrebbero renderti fotosensibile, o hai delle cicatrici evidenti. E’ importante anche far presente se hai nei e valutare con il medico se il laser potrebbe o meno essere pericoloso (per esempio va evitato se hai una storia di melanoma o comunque c'è un elevato rischio tumore).

Prima e durante il trattamento devi:

  • Stare al riparo dal sole.
  • Non schiarire la tua pelle.
  • Evitare altri metodi di depilazione.
  • Evitare farmaci che fluidificano il sangue.

La rasatura dei peli è consigliata il giorno prima del trattamento laser. Devi rimuove i peli che spuntano sopra la pelle perché possono provocare danni superficiali alla cute se vengono bruciati da laser: lascia, però,  intatto il fusto del pelo sotto la superficie. In altre parole, usa il rasoio ma non fare la ceretta o non utilizzare gli epilatori elettrici.

Il numero di sedute dipende molto dalla densità e dal colore dei peli, mediamente ci vogliono almeno 5 trattamenti (per il mento, zona considerata ormonale, potresti aver bisogno del doppio delle sedute). Le sedute si fanno a una distanza una dall’altra di 3-4 settimane, quindi per vedere i risultati possono volerci da sei mesi a un anno.

Come si passa il laser

Durante la seduta, il medico premerà uno strumento laser portatile sulla pelle. A seconda del tipo di laser, è possibile utilizzare un dispositivo di raffreddamento sulla punta dello strumento o un gel freddo per proteggere la pelle e ridurre il rischio di effetti collaterali. Il raggio laser passa attraverso la pelle fino ai follicoli piliferi. L'intenso calore del raggio laser danneggia i follicoli piliferi, inibendo la crescita dei peli. Potresti provare disagio, come la puntura degli spilli. Se la zona è piccola, dovrebbe richiedere pochi minuti, mentre le aree estese, come le gambe o la schiena, potrebbero richiedere più di un'ora. Per ridurre qualsiasi disagio, applica del ghiaccio sulla zona trattata. Se hai una reazione cutanea subito dopo la depilazione laser, il medico potrebbe applicare una crema steroidea.

Il calore del laser rimane nella tua pelle per 24 ore, quindi niente palestra, saune e docce calde. Se lo fai, corri il rischio di creare un piacevole ambiente caldo in cui i batteri si moltiplicano e potresti favorire l’insorgere di infezioni. Inoltre, non dovresti prendere il sole. Metti sempre la protezione solare durante il trattamento e sospendi le sedute nei mesi estivi più caldi o se hai deciso di fare una vacanza al mare.

È permanente?

La depilazione laser è considerata una depilazione definitiva, ma in realtà non lo è. I risultati migliori danno una riduzione permanente del 90% della crescita dei peli, ma gli ormoni fluttuanti possono farli ricrescere. Per questo motivo, il medico potrebbe consigliarti di ripetere delle sedute una volta al trimestre o un paio di volte l’anno.

Questo articolo fa parte della rubrica
Diplomata al Liceo Scientifico e Laureata in Lettere Moderne, ho saputo coniugare il mondo scientifico e quello umanistico nel mio lavoro, altro…