Mal di stomaco, cosa puoi mangiare e che cosa invece devi evitare

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
Regola numero uno: quando hai dolori allo stomaco, non tenerlo impegnato ulteriormente. Se vuoi mettere qualcosa sotto i denti, scegli dunque alimenti facilmente digeribili. Semaforo rosso per cibi ricchi di grassi e per frutti e ortaggi che creano acidità, come gli agrumi e i pomodori.
Federico Turrisi 5 Luglio 2020

È uno dei disturbi più diffusi. E nonostante sia un problema passeggero, può essere molto fastidioso. Sto parlando del mal di stomaco. Fitte, crampi, senso di gonfiore, perfino nausea e vomito. Quando si presenta il bruciore di stomaco è veramente un ospite poco gradito nella tua giornata. Le cause per cui il tuo stomaco può ritrovarsi in uno stato di subbuglio sono svariate: una congestione, un'indigestione, l'inizio di un'influenza o anche solo stress e nervosismo. Qualunque sia la ragione del tuo malessere, in presenza di dolori allo stomaco devi stare molto attento all'alimentazione. Mangiare alcuni cibi potrebbe solo peggiorare la situazione. Ecco qui allora qualche consiglio alimentare da seguire quando lo stomaco fa i capricci.

Cosa mangiare in caso di mal di stomaco

Tendenzialmente devi privilegiare alimenti leggeri, facili da digerire, e stare alla larga da grandi abbuffate. In sostanza, quando il tuo stomaco è già provato di suo, meglio non caricarlo troppo di lavoro. Tra i cibi che conviene mangiare quando sei alle prese con il mal di stomaco abbiamo:

  • Riso bollito in bianco: è un cibo facile da digerire e aiuta a ridurre l’acidità di stomaco;
  • Yogurt bianco: particolarmente utili sono i suoi fermenti lattici che alleviano l'infiammazione alla mucosa dello stomaco e migliorano la salute dell'intestino;
  • Fra la frutta e la verdura più indicate sono inclusi banana, mela, papaya, sedano e finocchio;
  • Carni bianche e pesce magro (basta che siano cotti al vapore o al forno);
  • Da bere, té e infusi (ma attenzione a non esagerare).

Cosa NON mangiare in caso di mal di stomaco

Tra gli alimenti da cui è meglio stare alla larga quando sei tormentato dal mal di stomaco ci sono:

  • Cibi ricchi di grassi: rallentano la digestione e hanno un tempo di permanenza nello stomaco piuttosto lungo. Dovresti dunque evitare il consumo di carni e pesci grassi, formaggi grassi (in particolare quelli erborinati come il gorgonzola), insaccati, conservati sottolio e tutti i fritti. Inutile dire che andare in un fast food con il mal di stomaco non è proprio la scelta migliore, hamburger e patatine fritte sono da evitare;
  • Cibi molto ricchi di fibre, che possono risultare indigesti: zuppe di legumi, peperoni, melanzane, cetrioli e via dicendo;
  • Cioccolato;
  • Pomodori e agrumi: possono peggiorare l'acidità di stomaco;
  • Cibi piccanti (scordati pepe e peperoncino!);
  • Caffè, bibite gassate e alcolici: aumentano tutti il bruciore di stomaco e un consumo consistente, soprattutto di alcolici, può danneggiare seriamente la mucosa gastrica.
Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.