Questa estate scegli una vacanza in montagna come antidoto antistress

Dall’osservare il cielo stellato infilato nel sacco a pelo alle passeggiate per conoscere i fiori di montagna fino alla visita in malga: alcune delle più originali attività da fare in quota per trascorrere una vacanza all’insegna del relax.
Gaia Cortese 29 Giugno 2020

Lontano dalle spiagge affollate, da sdraio e ombrelloni a distanza ravvicinata, da balli di gruppo in riva al mare. Scegliere la montagna come meta per le proprie vacanze estive è un ottimo rimedio antistress. Non solo le temperature sono decisamente più miti, anche in pieno agosto, ma il contatto con l’ambiente della montagna ti consentirà di rilassarti e allo stesso tempo di abituarti gradualmente ai ritmi dettati dalla natura.

Se già sei un appassionato della montagna, sicuramente avrai già avuto modo di apprezzare le lunghe passeggiate in quota, escursioni più o meno impegnative in cui è facile imbattersi in una mandria di mucche al pascolo, torrenti e cascatelle nascoste nella boscaglia e immense distese di prati in fiore. Ma c'è modo e modo di approcciarsi a un trekking o di sceglierlo, soprattutto quando il tuo obiettivo è trovare la calma interiore.

Trekking alla scoperta dei fiori

Sempre più località organizzano passeggiate in compagnia di una guida esperta, lungo percorsi idonei per conoscere flora e faunadel posto. Un trekking alla scoperta dei fiori di montagna, per esempio, può essere l’occasione per conoscere tutte le proprietà e i benefici che nascondono alcune piante, come per esempio il pino mugo, noto per le sue proprietà tonificanti per l’organismo. In Alto Adige, il primo maso a coltivare le erbe biologiche è il maso Pflegerhof dove potresti conoscere addirittura oltre ottanta piante che, una volta che vengono raccolte ed essiccate, sono utilizzate per preparare ottime tisane, decotti, cosmetici naturali e cuscini di erba.

In visita a una malga

Un'altra esperienza rilassante da provare in montagna è quella della visita a una malga. In Val di Fassa ce ne sono moltissime, dove è possibile rivivere l’esperienza dell’alpeggio. Le malghe, infatti, sono luoghi simbolici per quella che è la vita rurale in valle, dove è possibile assistere alla lavorazione del latte, acquistare alcuni prodotti tipici e godere della semplicità della montagna, da vero malgaro.

Tra le pietra e il legno con cui sono costruite le malghe è possibile trovare poi ristoro dopo un alunga passeggiata e mettersi a tavola gustando i tradizionali prodotti della montagna, dallo speck al formaggio, dallo yogurt fresco alle crostate di confettura di frutta fresca.

Un giro in carrozza

Un’attività che viene proposta nella stagione invernale è quella dell’escursione in carrozza rigorosamente trainata dai cavalli. Se in inverno l’atmosfera del paesaggio ha un che di magico e fiabesco grazie alla spessa coltre di neve che ricopre tutto, anche in estate questa attività non perde di attrattiva. Il rumore degli zoccoli sul selciato e il ritmo cadenzato dato dai cavalli fa di questa escursione un’esperienza davvero unica.

Osservare il cielo stellato

Quando sopraggiunge la notte e il cielo è sereno, vale la pena mettersi comodi su un prato avvolti da una calda coperta e osservare le stelle come se fosse la notte di San Lorenzo. Forse non avvisterai una stella cadente, ma di sicuro il cielo in quota, lontano dall’inquinamento luminoso delle città, può regalare soddisfazioni: potrebbe essere quindi più facile scorgere il Grande Carro, riconoscere la cintura di Orione, Cassiopea e una miriade infinita di stelle. Potenti telescopi e esperti astronomi sono a disposizione all’Osservatorio Astronomico del Monte Bondone, ma uno dei cieli più belli da osservare si trova a Ossana in Val di sole, precisamente al Rifugio Malga del Doss.