In Germania basteranno 9 euro per prendere i mezzi per un mese in estate. Una misura contro il caro vita che fa bene all’ambiente

Il governo tedesco mette in campo una serie di provvedimenti per contenere l’aumento dei costi, dovuto alla crisi russo-ucraina. Tra questi, una misura che permetterà ai cittadini e ai turisti di viaggiare sui mezzi pubblici a 9 euro al mese. Il biglietto sarà valido in tutta la Germania e alcune zone limitrofe, lo si potrà utilizzare o a giugno o a luglio oppure ad agosto.
Francesco Castagna 4 Giugno 2022

Per cercare di contenere l'aumento dei prezzi, dovuto al contingentamento energetico per via della crisi russo-ucraina, la Germania ha fissato l'abbonamento ai mezzi pubblici a 9 euro per un mese. Contro il caro-vita infatti, il Governo tedesco ha adottato questa misura, che permetterà di viaggiare in tutta la Germania per un mese a scelta tra giugno, luglio o agosto. La decisione viene presentata come un aiuto alle persone, ma come puoi immaginare avrà sicuramente effettivi positivi anche sull'ambiente.

L'abbonamento mensile a 9 euro sarà in vendita dal 23 maggio e acquistandolo si potrà viaggiare in tutta la Germania, sui trasporti locali e su tutte le tratte e le stazioni per le quali sono validi anche i biglietti della Deutschlandtarif, la tariffa del trasporto ferroviario tedesco in vigore dal 1 gennaio 2022. Ma si potrà viaggiare anche verso altre mete che non fanno parte della Germania. Per esempio, sarà possibile arrivare nelle aree comunitarie di Salisburgo (Austria), Kufstein (Austria) e Sciaffusa (in Svizzera).

Promuovere la mobilità sostenibile è una strategia che già molte città hanno messo in campo, incrementando i mezzi pubblici e fornendo soluzioni a basso costo per permettere a studenti e lavoratori di spostarsi durante il giorno. Nei mesi scorsi in Italia la città di Genova era andata anche oltre, rendendo a tutti gli effetti i mezzi pubblici gratuiti.

Anche l'Unione Europea si era mossa in tal senso, prevedendo dei finanziamenti per raggiungere gli obiettivi climatici previsti dai Paesi UE entro il 2035, e diverse città dei Paesi membri stanno già sperimentando alternative alle auto. Ora anche in Italia il governo ha deciso di stanziare un bonus contenuto nel Decreto Aiuti, il Bonus Trasporti, che permetterà ai cittadini di usufruire di un voucher di 60 euro per abbonamenti ai mezzi pubblici locali, regionali e interregionali.