Lisati batterici, i “vaccini batterici” per prevenire le infezioni respiratorie

Se hai spesso mal di gola e infezioni alle vie respiratorie, il medico potrebbe averti consigliato un trattamento a base di lisato batterico. Sono prodotti farmaceutici che contengono una miscela di antigeni batterici per stimolare una risposta immunitaria più efficace in caso di infezione. Ma funzionano davvero?
Valentina Rorato 13 Ottobre 2020
* ultima modifica il 16/10/2020

I lisati batterici sono prodotti farmaceutici immunostimolanti. Si utilizzano per prevenire le infezioni alle alte vie respiratorie: agiscono aumentando la risposta immunologica e proprio per questo motivo sono chiamati anche vaccini batterici. Ma come funzionano, come si assumono e quali sono gli eventuali effetti collaterali?

Cosa sono

I lisati batterici sono soprannominati vaccini batterici, anche se nulla hanno a che vedere con i vaccini veri e propri. Sono costituiti da una miscela di antigeni batterici derivati ​​da diverse specie batteriche. Le specie più spesso incluse sono: Staphylococcus aureus, Streptococcus viridans, Streptococcus pneumoniae (6 ceppi), Streptococcus pyogenes, Klebsiella pneumoniae, Klebsiella ozenae, Moraxella catarrhalis ed Hemophylous influenzae.

Ogni estratto è preparato con miliardi di questi batteri. Gli antigeni si ottengono a seguito di una coltura di massa dei ceppi, mediante lisi chimica o meccanica di cellule e liofilizzazione. Diversi antigeni vengono miscelati e vengono aggiunti eccipienti per preparare le compresse. Non è dunque un vaccino, come è stato spesso chiamato, ma un agente immunostimolante specifico e non specifico, indicato per la prevenzione e il trattamento delle infezioni respiratorie, compresi i “banali” raffreddore e l'influenza, che sono però di carattere virale. Pare essere particolarmente utile per il trattamento di bronchiti acute e croniche, angine, tonsilliti, faringiti, laringiti, riniti, sinusiti e otiti. Può essere utilizzato anche per infezioni resistenti ai comuni antibiotici e per le sequele di infezioni batteriche e virali.

Il lisato batterico liofilizzato

I lisati batterici più diffusi sono quelli liofilizzati e sono presenti in commercio in diverse formulazioni farmaceutiche somministrabili esclusivamente per via orale in cicli mensili. I lisati sono realizzati attraverso lisi batterica, che si avvale di due metodi: il trattamento alcalino e la distruzione meccanica. La lisi alcalina può produrre denaturazione proteica degli antigeni batterici, mentre la rottura meccanica non altera presumibilmente le strutture antigeniche. Ogni ceppo batterico viene coltivato in modo indipendente, raccolto, inattivato dalla procedura selezionata e quindi facoltativamente liofilizzato. I singoli lisati vengono miscelati in proporzioni fisse per formulare un lisato batterico polivalente.

Come funzionano

I lisati batterici sono venduti in pastiglie, compresse, capsule, granuli o gocce (da assumere per via orale) costituite da cellule batteriche che vengono scomposte e hanno lo scopo di stimolare il sistema immunitario a riconoscere e combattere le infezioni. I medicinali contenenti lisato batterico sono stati autorizzati tramite procedure nazionali. Sono disponibili in Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia e Slovenia. Sono venduti con diversi marchi tra cui Broncho Munal, Broncho Vaxom, Buccalin, Immubron, Immucytal, Ismigen, Lantigen B, Luivac, Ommunal, Paspat, Pir-05, Polyvaccinum, Provax, Respivax e Ribomunyl. Le profilassi durano 10/20 giorni e sono da ripetere per almeno tre mesi consecutivi (metti 10 giorni di assunzione e poi 20 di riposo per tre volte). Non hanno particolari controindicazioni ma non c’è certezza che riducano sempre e in chiunque il rischio di recidive.

Sono efficaci?

Gli effetti del lisato batterico come agente immunostimolante sono stati discussi in molti studi clinici. I risultati sono stati eterogenei e non c’è una politica definitiva su questi prodotti.  L'EMA, ovvero l’Agenzia Europea per i Medicinali,  raccomanda che i medicinali contenenti lisato batterico autorizzati per le patologie respiratorie siano utilizzati solo per la prevenzione di infezioni respiratorie ricorrenti, ad eccezione della polmonite. Purtroppo, non ci sono abbastanza studi che siano in grado di dimostrare che abbiano effetto curativo. Quello che è emerso è la valenza come trattamento preventivo: pare abbiano un effetto benefico nel ridurre i sintomi, l’uso di antibiotici ma anche la durata delle infezioni, soprattutto nei bambini.

Le controindicazioni

I lisati batterici non devono essere assunti o devono essere sospesi se subentra ipersensibilità al principio attivo, se soffri di malattie autoimmuni, infezioni intestinali acute o se sei in gravidanza o stai allattando.  In alcuni casi si sono manifestati attacchi d'asma in seguito a somministrazione del farmaco, febbre, soprattutto nei primi giorni del trattamento. Il consiglio è sempre quello di consultare il medico prima dell’assunzione. E devi evitarli nel caso stia assumendo un altro farmaco ad azione immunostimolante.

Fonte | Agenzia del Farmaco;

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.