Come organizzare il tuo giardino di casa per l’estate: dopo non vorrai più partire!

Un angolo per praticare i tuoi esercizi a corpo libero o per leggerti un buon libro in totale relax. Uno spazio per fare colazione all’aperto, ma anche per giocare con i bambini. Il giardino di casa può trasformarsi in un luogo dove dedicarsi a diverse attività (purché tu lo mantenga super ordinato).
Gaia Cortese 28 maggio 2020

Se cerchi delle dritte per organizzare il tuo giardino, con ogni probabilità web, manuali e riviste ti daranno solo consigli su quali piante e fiori acquistare per farne un angolo verde di cui tu possa andare molto orgoglioso e che i tuoi vicini possano ammirare da lontano. Difficilmente troverai consigli su come farne, più che un angolo verde, una vera e propria oasi di pace.

E invece un angolo di giardino ha tutte le potenzialità per diventare uno spazio dove rilassarti, dove leggere un buon libro, dove praticare yoga o dove giocare con i bambini. Basta organizzarsi. Tralasciando quindi impianti di irrigazione, semina per l’erba, rastrelli e vanghe da provetti giardinieri, passiamo direttamente allo step successivo: arredo e organizzazione.

Come prima cosa un giardino dovrebbe avere un set composto da tavolino e sedie, possibilmente pieghevoli affinché, nel momento in cui non sono utilizzati, possano essere riposti comodamente in qualche angolo. Se il giardino ha un’esposizione a est, in estate hai la possibilità di preparare e goderti una colazione all’aperto e di approfittare nel weekend del tiepido sole mattutino per abbronzarti senza patire troppo il caldo.

A questo proposito, vale la pena sottolineare che un giardino circondato da una siepe ti permette di avere tutta la privacy possibile e al contempo, di valorizzarlo dal punto di vista estetico: circondati di piante di gelsomino se vuoi apprezzarne la fragranza dei fiori o di fotinia se cerchi una pianta sempreverde che sia resistente e molto facile da coltivare.

Se il tuo giardino è ampio e al suo interno ospita due alberi poco distanti l’uno dall’altro, non farti mancare il piacere di sonnecchiare su un’amaca: leggere un buon libro all’ombra delle fronde degli alberi è un piacere che non tutti possono permettersi. In assenza di alberi robusti per l’amaca, quest’ultima si può sostituire con una sdraio pieghevole, ideale per prendere il sole o per spostarsi all’ombra quando in estate fa troppo caldo.

Chi pratica yoga con regolarità coglierà l’occasione di fare un saluto al sole nelle prime ore del giorno, mentre chi ama correre o praticare altri sport all’aperto, troverà un angolo per stendere il proprio materassino e dedicarsi a una sessione di stretching per tutto il corpo. Iniziare la giornata con l'attività sportiva è il miglior modo per tenersi in forma e soprattutto per approfittare delle temperature estive ancora miti nelle prime ore del giorno.

Se in famiglia ci sono bambini, è molto probabile che il giardino prenda completamente un altro aspetto: puoi dire addio al relax, perché le parole chiave diventano giochi, divertimento e (inevitabilmente) disordine.

Nell’ambito dei giochi all’aperto l’offerta è vastissima e dipende molto dall’età dei bambini: i più grandi si accontenteranno di un canestro da pallacanestro, di una rete e un pallone da calcio o al limite di un tappeto per saltare. Se i bambini sono più piccoli è possibile che vogliano giocare con una sabbiera, con scivoli e altalene, con casette e tende degli indiani.

L’ideale sarebbe allestire uno spazio dedicato, magari anche recintato, all’interno del giardino stesso, così da delimitare l’area giochi; tuttavia, a meno che il giardino non sia davvero spazioso, è una soluzione poco attuabile. La scelta dei giochi deve essere quindi ben ponderata (e limitata). Quello che non può mancare è un contenitore giochi dove poter riporre, a fine giornata, pistole ad acqua, palle da gioco, secchielli e palette.

Ricordati che un giardino deve essere il più possibile sgombro da arredi, utensili e giochi, non solo per essere ordinato, ma anche per essere innaffiato ogni sera.