Koselig: ecco perché i Norvergesi sono così felici

Se i danesi hanno l’hygge e gli svedesi il lagom, anche i Norvegesi hanno un loro segreto per essere felici. Koselig in italiano significa “accogliente”, ma non si riferisce a una casa o un albergo. È uno stato d’animo, che puoi raggiungere quando entri in totale contatto con la natura e ti concentri sui legami profondi con le altre persone.
Giulia Dallagiovanna 27 luglio 2020

Freddi, bui per almeno sei mesi all'anno e la maggior parte della popolazione vive nei luoghi più isolati. Non sono certo i presupposti migliori per una vita felice, eppure i Paesi nordici sono tra i primi nel World Happiness Record stilato dall'Onu. Forse la ragione è che hanno scoperto il segreto di un'esistenza serena: trovare l'aspetto positivo in ogni elemento che ci circonda. E se per i danesi la strada da seguire è l'hygge e si trova nelle piccole cose di ogni giorno, per gli svedesi è invece il lagom e punta a liberarsi del superfluo per capire cos'è veramente importante. E i norvegesi? Anche loro hanno un segreto e si chiama koselig.

Koselig in italiano significa "accogliente", ma si riferisce a una casa o a un albergo. È un vero e proprio stato d'animo che si raggiunge quando si rende la propria vita a misura d'uomo. Lontano dalla tecnologia e in totale contatto con la natura. Via social network e chat e sì a momenti in famiglia o con gli amici. In un certo senso, si potrebbe definire "calore". Mentre all'esterno la temperatura continua a scendere, dentro di te senti che i legami profondi con le altre persone e con tutto quello che sta attorno a te ti danno tutto ciò di cui hai bisogno.

Lasciare a casa il cellulare e fare una lunga passeggiata in montagna con la persona che ami e i vostri figli: questo è il koselig. Meglio ancora, un pic nic o un campeggio. Niente ristoranti e letti comodi, ma sistemazioni un po' spartane e ridotte all'essenziale che ti facciano capire meglio cosa sia superfluo e su cosa dovresti concentrare tutte le tue attenzioni.

Se invece abiti in città e le possibilità di fare una gita fuori porta sono molto sporadiche, potresti dedicarti a qualche piantina da coltivare sul tuo balcone o alla finestra. E poi scegliere di mangiare in modo sano e naturale, per cercare il contatto con la natura anche se sei appena uscito da un supermercato. E magari, al termine di una giornata così, potresti abbassare le luci, accendere qualche candela e leggerti un buon libro. Ah, non dimenticare una tisana e una coperta: sono fondamentali.