Pasqua 2020: restiamo a casa in famiglia (e facciamo tantissime cose)

Oggi è Pasqua. Come ti sei organizzato per trascorrere questa giornata in famiglia, ma pur sempre in isolamento a casa? Io questa giornata l’ho immaginata così: scandita da momenti di gioco e di attività manuali, momenti di condivisione a tavola tra piatti tradizionali e dolci tipici, con tanto di meritato relax al sole, rigorosamente sul balcone.
Gaia Cortese 12 aprile 2020

La Pasqua 2020 si passa a casa. Nessuna gita fuori porta, nessun pranzo con i parenti, nessun weekend lungo da trascorrere in agriturismo. Quello sicuramente che non è mancato però è il tempo per organizzarsi, perché anche tra le quattro mura casalinghe, lontano da nonni, zii e amici, si può trascorrere una giornata all'insegna del buonumore.

Io l'ho immaginata così: attiva, radiosa e densa di attività. Sì, anche in casa. Scusandomi in anticipo se seguo una sorta di timetable da villaggio turistico, ma qui, tra videolezioni, riunioni online e compiti da inviare rispettando le scadenze date dagli insegnanti, organizzare diversamente il giorno di Pasqua mi avrebbe messo in difficoltà.

Ore 8.30: Colazione

La colazione nel giorni di Pasqua deve avere qualcosa di diverso, qualcosa per cui valga la pena di ripeterla il prossimo anno. In tavola, con caffé, latte e biscotti puoi portare una torta un po' più sfiziosa, come la crescia, una ricetta tipica della Marche e dell'Umbria. Si tratta di una torta salata al formaggio, preparata con formaggi stagionati come il pecorino e il parmigiano, e per tradizione si mangia la mattina del giorno di Pasqua, accompagnata da uova sode e salumi.

Ore 10: Caccia al tesoro

Un modo per intrattenere i bambini è quello di organizzare una caccia al tesoro, da preparare il giorno precedente perché occorre pensare agli indizi e agli indovinelli, agli ovetti di cioccolato da nascondere in tutta la casa e ai cestini per raccogliere i tesori man mano che vengono trovati. La caccia alle uova richiede tempo, ma è un'attività che coinvolge tutti e rende entusiasti i piccoli di casa.

Ore 11: Crea dei segnaposti da tavola

Prima di mettersi a tavola, i bambini possono intrattenersi con un'altra attività manuale (in questo caso è un modo per responsabilizzarli anche un po'!). L'idea è quella di creare dei segnaposti e un centrotavola per abbellire la tavola apparecchiata per Pasqua. Così mentre mamma e papà sono alle prese con i fornelli, i bambini possono dilettarsi con cartoncini colorati, forbici e matite per creare dei semplici segnaposto, proprio come trovi descritto in questo articolo.

Ore 12: Vicini anche se lontani

Come ogni festività che si rispetti, non possono mancare i saluti ad amici e parenti. Una telefonata o meglio ancora una videochiamata è un modo per sentirsi più vicini, soprattutto in questo periodo di isolamento a casa. Sarai felice di salutare chi ti manca, di fargli gli auguri più sinceri e di raccontare come stai passando questa domenica di festa. Così come sarai felice di essere scampato alla visita di qualche parente un po' indigesto, tutte le volte che non sei riuscito a farlo, nonostate il noto "Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi…".

Ore 12.30: Finalmente a tavola

È arrivato il momento del pranzo di Pasqua. C'è chi ha la possibilità di organizzare un barbecue sul terrazzo di casa o un pic-nic in giardino, chi invece ha apparecchiato in casa portando in tavola i piatti più tradizionali della Pasqua: dalle costolette di agnello alla torta Pasqualina, dal Casatiello napoletano alla pizza di Pasqua. Il momento più apprezzato rimane quello del dessert dove i bambini possono finalmente aprire le loro uova o i loro conigli di cioccolato e i più grandi possono concedersi qualche sfizio con una colomba fatta in casa.

Ore 15: Un po' di sole

La quarantena costringe a rimanere in casa anche in un giorno così speciale, ma in famiglia ci si può anche organizzare con qualche sedia sul balcone di casa e approfittare di un momento di relax postprandiale. Oltretutto sembra che le previsioni per il giorno di Pasqua quest'anno siano molto buone: non farti trovare impreparato e approfitta del sole primaverile per fare una scorta di vitamina D.

Ore 16: Dipingi a mano le uova

Nel pomeriggio puoi organizzare una seconda sessione di attività creativa per tenere occupati i bambini. Così facendo, non potranno minimamente sentire la mancanza di una gita fuoriporta perché tra caccia al tesoro e uova al cioccolato si stanno divertendo di sicuro. Allestisci per loro una tavola con tutto l'occorrente per dipingere delle uova. Provvedi a bollire le uova in una pentola piena d'acqua per circa 10 minuti: in questo modo le uova diventeranno dure e potrai conservarle più a lungo. Lasciale raffreddare prima di passare alla fase della pittura. Qui ti spieghiamo come fare e come utilizzare dei coloranti naturali.