Soffri di pressione alta? Ecco i 10 alimenti che dovresti mangiare

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
Una dieta povera di sodio e ricca di potassio è la regola generale da seguire per contrastare la pressione alta, un problema piuttosto comune, le cui complicanze possono essere anche molto gravi. Oltre alla terapia che ti ha consigliato il medico, potresti provare a ridurre il disturbo grazie ad alcuni alimenti specifici. Eccone dieci.
Giulia Dallagiovanna 8 Luglio 2019

La pressione alta, o ipertensione, è un problema piuttosto comune. Non per questo dovresti sottovalutarlo. Innanzitutto, devi sapere che si sta parlando della pressione che il sangue esercita sulle pareti delle arterie e che viene misurata attraverso due parametri: la minima e la massima. La prima dovrebbe essere compresa tra i 60 e i 95 mmHg (millimetri di mercurio), la seconda invece dovrebbe variare tra i 100 e i 140 mmHg. Se invece questi valori risultano più alti, allora fai parte dei circa 15 milioni di italiani che devono convivere con questo disturbo. Dovrai parlarne con il tuo medico e tenere il problema sotto controllo perché tra le possibili complicanze ci sono patologie anche molto gravi, come infarto e ictus.

Naturalmente dovrai assumere dei farmaci e seguire una terapia specifica, ma è anche importante che tu riveda un po' il tuo stile di vita. Smettere di fumare e iniziare a praticare attività fisica, anche se in modo leggero, farà sicuramente bene al tuo corpo e favorirà l'abbassamento della pressione. Oltre a questo poi ci sono alcuni alimenti che possono aiutarti. Vediamone 10 insieme:

Erbe aromatiche

In generale, la tua dieta dovrà essere povera di sodio. Non potrai quindi condire i piatti con troppo sale, ma non sarai costretto a rinunciare al sapore. Le erbe aromatiche, come rosmarino, basilico, salvia e così via, saranno le tue nuove alleate. Su Ohga inoltre ti abbiamo già dato qualche consiglio su come coltivarle sul tuo balcone, come abbinarle e su quali siano le 10 indispensabili per la tua cucina. Il basilico inoltre è ricco di potassio, un sale minerale che contribuisce a mantenere in salute l'intero apparato cardiomuscolare.

Cioccolato

Una buona notizia per te, se sei particolarmente goloso, è che non dovrai rinunciare al cioccolato. A patto che sia fondente. E che non esageri con le quantità. Insomma: ammesso sì, ma con l'accordo di rispettare qualche regola. Su Ohga ti abbiamo già parlato delle proprietà del cioccolato fondente. In questo caso, però, ti serve sapere soprattutto che è un alimento ricco di flavonoidi, sostanze antiossidanti e che aiutano a mantenere i vasi sanguigni distesi e ad evitare che quanto vi scorra all'interno eserciti un'eccessiva pressione. Per lo stesso motivo, anche il cacao in polvere può essere utile. Magari potresti aggiungerne un cucchiaino nel latte per la colazione.

Latte e latticini

I formaggi molto stagionati sono ricchi di sale e quindi dovrai evitare di mangiarli. Ma quelli freschi, il latte e lo yogurt aiutano a proteggere il cuore e a mantenere la pressione bassa. Dovrai naturalmente scegliere quelli con un basso contenuto di grassi. Buoni anche i prodotti derivati dalla soia, magari in sostituzione delle proteine animali.

Mirtilli

Su Ohga ti avevamo già parlato dei mirtilli per abbassare la pressione. Sembrano che abbiano un effetto paragonabile addirittura a quello dei farmaci. Contengono infatti un particolare tipo di flavonoidi, le antocianine, che sono poi anche quelle che conferiscono loro il tipico colore blu con sfumature viola. Sembra che già dopo due sole settimane che si mangiano questi frutti di bosco in grandi quantità, ovvero 200 grammi al giorno, oppure che si assumano integratori dove i nutrienti vengono sintetizzati, si possa notare una riduzione del 20% dei rischio cardiovascolare.

Olio d'oliva

Un cucchiaino al giorno leva il medico di torno. Proprio così, nonostante l'olio d'oliva sia un alimento con un elevato contenuto calorico, se mangiato crudo e nelle giuste quantità può fare davvero molto bene, al punto che oggi viene considerato un "alimento farmaco" dalla Food and Drug Administration (l'agenzia alimentare degli Stati Uniti). Quando lo acquisti, assicurati che contenga almeno il 70% di acido oleico, così sarai certo che proteggerà il cuore e il tuo sistema circolatorio. Tiene ad esempio a bada i livelli di colesterolo nel sangue, perciò riduce la pressione e allontana il rischio di infarto o ictus.

Ibisco

Per la precisione il tè all'ibisco potrebbe diventare il tuo prossimo compagno di pausa caffè e merende. Dovresti berne circa tre tazze al giorno e ti aiuterà non solo ad abbassare la pressione, ma anche a prevenire l'ipertensione se sei un soggetto a rischio. Possiede infatti tantissimi antiossidanti che, come ormai avrai capito, sono molto importanti per la buona salute dei vasi sanguigni. Si tratta quindi di un vero e proprio rimedio fitoterapico, la cui efficacia è stata dimostrata anche attraverso uno studio della Tufts University, vicino a Boston: dopo sei settimane in cui i partecipanti avevano fatto uso regolare di questa bevanda, la loro pressione sistolica, cioè la massima, si abbassava visibilmente.

Melograno

Ne basterebbe un bicchiere al giorno e il succo del melograno, il frutto famoso per essere un agglomerato di piccoli semini rossi, favorirebbe la riduzione della pressione alta. Diminuirebbero infatti entrambi i valori, sia la minima che la massima, consentendo al sangue di riprendere a scorrere normalmente. Non sarebbe però in grado, da sola, di ridurre il rischio cardiovascolare e per una protezione completa del cuore è bene che tu l'abbini ad altri alimenti. In ogni caso, la sua azione antiossidante farà comunque bene a tutti i tessuti del tuo corpo.

Banana

La banana e, in generale, tutti gli alimenti ricchi di potassio sono davvero quello che non deve più mancare nella tua dispensa. Tra questi vi sono anche pomodori, prezzemolo, carciofi, legumi freschi, ciliegie, melone e kiwi. Utilizzali come snack di metà mattina o durante il pomeriggio. Proteggono l'apparato cardiaco ma anche i muscoli in generale, favorendo il mantenimento dei giusti livelli di pressione.

Barbabietole

La barbabietola contiene nitrati, dei composti che favoriscono il corretto afflusso di sangue al cuore e nelle arterie. Ecco perché sia l'ortaggio che il succo estratto possono aiutarti a contrastare l'ipertensione. Va bene sia la varietà rossa che quella bianca, in base ai tuoi gusti. Su Ohga comunque ti abbiamo già parlato delle proprietà della barbabietola rossa, grazie alla quale puoi ottenere anche un effetto disintossicante e depurativo, eliminando più rapidamente le tossine e le cellule morte dal tuo corpo.

Peperoncino

Se ti piace il sapore particolare di questa spezia, ricordati di arricchire e insaporire i tuoi piatti con una spolverata di peperoncino. Le sue capacità vaso dilatatrici, infatti, ti aiutano a regolarizzare la pressione. Diventa possibile grazie al suo contenuto di capsicina, ovvero la sostanza che gli conferisce il tipico gusto piccante. Mantiene inoltre bassa la ritenzione idrica, perciò favorisce la depurazione del corpo e contribuisce al corretto funzionamento del tuo organismo.