pancia-gonfia-dura

Hai la pancia gonfia e dura? Ecco quali sono le possibili cause, quando preoccuparsi e come rimediare

La sensazione di gonfiore addominale e tensione, a volte anche associata a dolore, può presentarsi dopo mangiato ma anche per molti altri motivi, alcuni dei quali più seri. Per capire perché la pancia si gonfia, è necessario valutare eventuali sintomi associati a questo disturbo: vediamo a quali segnali fare attenzione e i possibili rimedi.
Alessandro Bai 19 Gennaio 2022
* ultima modifica il 05/02/2022

Quando ti parlo di gonfiore addominale mi riferisco a quella sensazione che ti porta a percepire la pancia gonfia e dura e che può dipendere da tante possibili cause, molto diverse tra loro. Si tratta di un disturbo che può colpire l'uomo così come la donna e che può presentarsi ad esempio dopo mangiato, oppure essere associato ad altri sintomi come dei dolori al basso ventre.

È importante capire perché si gonfia la pancia per poter concordare con il tuo medico i rimedi più adatti alla situazione, che potrebbe essere più seria quando il gonfiore addominale è accompagnato da diarrea o stitichezza, segno che ci vorranno esami più approfonditi per fare chiarezza sull'origine di questo disturbo.

Pancia gonfia e dura

Cos'è

Avere la pancia gonfia e dura vuol dire avvertire un gonfiore addominale che rappresenta un sintomo gastrointestinale piuttosto diffuso, che riguarda circa una persona su 10 nei Paesi occidentali e che spesso può essere associato anche a dolore o ad altri sintomi, dalla flatulenza a diarrea o stipsi.

Generalmente tra le cause principali di questa sensazione c'è un accumulo di gas nello stomaco o nell'intestino, che può presentarsi se hai mangiato troppo velocemente o se hai consumato alcuni cibi particolari, ma anche per via dello stress, del fumo o dell'ansia.

In ogni caso, spesso e volentieri il gonfiore addominale è una condizione passeggera e facilmente risolvibile, magari alleviando il dolore con dei farmaci da banco oppure con un semplice cambio di alimentazione suggerito da un dietologo. Sulla base dei sintomi che descrivi, però, se il tuo medico sospetta la presenza di qualche patologia potrebbe prescriverti ulteriori indagini per arrivare alla diagnosi e in questo caso anche le cure dipenderebbero dalla causa scatenante e potrebbero comprendere sia una terapia farmacologica specifica che un intervento chirurgico.

gonfiore-addominale-cause

Cause

Se hai la pancia gonfia e dura solitamente significa che tendi a inghiottire molta aria, oppure che la tua alimentazione è a base di cibi che mettono in difficoltà il tuo apparato digerente. Come ti anticipavo, però, la lista delle possibili cause che possono provocare questo gonfiore è lunga, e comprende:

  • Accumulo di gas ingeriti durante i pasti (aerofagia) o prodotti durante la digestione
  • Pasti troppo abbondanti
  • Ansia
  • Stress
  • Dieta scorretta
  • Stitichezza (stipsi), spesso causata da una dieta povera di fibre
  • Intolleranze alimentari, come l'intolleranza al lattosio o al glutine
  • Celiachia
  • Rettocolite ulcerosa, una malattia infiammatoria dell'intestino cronica che colpisce solo il tratto finale dell’intestino, il colon-retto. Si manifesta con disbiosi(alterazione della flora batterica intestinale), e infiammazione della mucosa interna del colon con formazione di piccole ferite che possono anche sanguinare. Tra i sintomi difficoltà nell’evacuazione, emissione di sangue e/o muco con le feci, formazione di gas con conseguente meteorismo e flatulenza, dolore addominale e nei casi più seri anche dimagrimento e febbre.
  • Morbo di Chron: a differenza della malattia precedente, può teoricamente colpire tutto l’apparato digerente, incluso lo stomaco, ma è più probabile che interessi solo l’intestino, provocandoti forti dolori addominali, tensione addominale e gonfiore con crampi e stipsi.
  • Ciclo mestruale, soprattutto nei giorni precedenti, ovvero quelli della sindrome premestruale
  • Gravidanza
  • Appendicite
  • Occlusione intestinale
  • Sindrome del colon irritabile
  • Tumore dell'ovaio
  • Tumore del colon-retto
  • Peritonite
  • Calcoli alla cistifellea
  • Ulcera duodenale
  • Ulcera gastrica

Per quanto sia lungo questo elenco dei motivi che possono scatenare il gonfiore addominale, devi sapere che non è completo, motivo per cui è importante che tu ti rivolga al tuo medico se ti sembra sempre di avere la pancia gonfia e dura e se questa sensazione è associata a sintomi quali:

  • Dolori al basso ventre
  • Dolori addominali
  • Diarrea
  • Sangue nelle feci
  • Evacuazioni che diventano più o meno frequenti del solito
  • Cambiamento del colore delle feci
  • Perdita di peso
  • Dolore al petto

Rimedi

Nella maggior parte dei casi, il gonfiore addominale non si rivelerà nulla di troppo preoccupante e basteranno alcuni semplici accorgimenti per sgonfiare la pancia e allentare quella tensione che percepivi. Ad esempio, dovresti eliminare dalla tua dieta o comunque diminuire in consumo di cibi che favoriscono l'accumulo di gas, come fagioli, latticini, cavolo, cavolfiore, broccoli, cipolla, pesche, mele e pere, oltre ad evitare le bibite gassate.

Ecco invece cosa mangiare per provare a ridurre il gonfiore:

  • Carne bianca
  • Pesce
  • Uova
  • Legumi privi di buccia

Ovviamente sono solo alcuni degli alimenti che ti potranno aiutare se hai la pancia gonfia e dura, ma in particolare sarà importante seguire una dieta bilanciata, con un apporto equilibrato di proteine, grassi e carboidrati, senza sfociare negli eccessi. Oltre a bere molta acqua, almeno 2 litri al giorno, ricordati poi di fare attenzione anche al tuo stile di vita: praticare attività sportiva regolare ed evitare cattive abitudini come il fumo sarà certamente un toccasana anche per il tuo addome.

Anche per sgonfiare la pancia esistono alcuni rimedi naturali di cui ti abbiamo già parlato, che tuttavia non dovranno mai sostituire i consigli del nutrizionista o del tuo medico di base, specialmente quando quest'ultimo ti suggerirà di assumere dei farmaci da banco per alleviare il dolore, ad esempio i FANS come l'ibuprofene.

Se tuttavia il gonfiore è scatenato da alcune delle patologie che ti ho citato sopra, serviranno un approccio più specifico e una terapia più articolata mirati a curare la causa sottostante.

Fonti| Humanitas; Ospedale pediatrico Bambin Gesù

(Pubblicato da Paola Perria il 17-12-2018
Modificato da Alessandro Bai il 19-01-2022)

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.