Quali malattie possono colpire la tua pelle? Impara a riconoscerle!

La pelle può soffrire di tantissime malattie, la maggior parte è benigna e soprattutto transitoria, come l’orticaria o l’eczema solare. E’ importante però prendersi cura con molta attenzione di questo organo, che protegge e avvolge l’intero corpo, per evitare che insorgano patologie più aggressive e con prognosi infauste.
Valentina Rorato 8 gennaio 2020
* ultima modifica il 08/01/2020

La pelle è l’organo più esteso del corpo e come qualsiasi altra zona del tuo fisico può ammalarsi: traumi, infezioni o tumori cutanei sono le malattie più comuni. È molto importante imparare a leggere la propria cute perché il principale termometro di benessere che hai a disposizione.

Com'è fatta la pelle

La pelle è strutturata in tre strati che hanno il compito di proteggere gli organi interni da colpi o eventuali traumi, regolare la temperatura corporea, contribuire alla sintesi della vitamina D e soprattutto percepire il dolore, ma anche gli stimoli gradevoli. Insomma, così come può essere insopportabile un pizzicotto, non c’è nulla di più bello di una carezza che ti avvolge il volto. Sono tutte percezioni che passano dalla pelle. Non a caso, quando parli di qualcuno cui vuoi molto bene, usi l'espressione "mi è entrato sotto pelle" o quando vuoi definire il contatto più intimo dici "pelle a pelle".

I tre strati della pelle

  • Epidermide è lo strato esterno, quello che puoi vedere e toccare. Ha il compito di proteggere dai traumi gli organi interni, i muscoli, le fibre nervose e i vasi sanguigni, per questo motivo puoi notare che in alcuni punti è la tua pelle (in realtà è cheratina) è decisamente più spessa.
  • Derma è lo strato di mezzo ed è composto da tessuto elastico e fibroso. È qui che puoi trovare il famoso collagene, che dà tono e un aspetto più giovane al tuo viso. E sempre qui puoi trovare le terminazioni nervose che ti permetto di provare le sensazioni dolorose, di piacere ma anche tattili, termiche e pressorie.
  • Strato adiposo (chiamato anche strato sottocutaneo): proprio qui si concentra il grasso (le famigerate cellule adipose), che contribuisce a isolare il corpo dal caldo e dal freddo.

Cosa sono le malattie della pelle

Le malattie della pelle sono molto diffuse. A soffrirne ci sono ben quindici milioni di italiani, circa il 25% della popolazione. Le principali malattie dermatologiche si dividono in dermatiti, infezioni della cute dati da batteri e virus, da parassiti, micosi cutanee, alopecie, alterazioni della pigmentazione, tumori benigni e maligni, genodermatosi, malattie veneree, malattie autoimmuni, ulcere e ustioni. Possiamo, poi, distinguere in due categorie (comuni e rari) e all’interno di queste macro-aeree troviamo patologie contagiose e patologie che invece non hanno nessuna caratteristica infettiva.

Malattie più comuni

  • Dermatiti (da contatto, fotoallergie, dermatite seborroica)
  • Infezioni cute da batteri e virus (clamidia, varicella, papilloma virus, micobatteri)
  • Infezioni cutanee da parassiti (scabbia)
  • Micosi e lieviti
  • Acne e rosacea
  • Alterazioni pigmentazioni
  • Tumori benigni e maligni
  • Malattie autoimmuni (come la psoriasi)

Le malattie più rare

Le malattie della pelle sono considerate rare quando colpiscono non più di 5 persone ogni 10.000 abitanti. Questo dato ti può far capire che raro significa non frequente, ma i numeri possono purtroppo essere elevati. Le persone con malattia rara non sono purtroppo poche.

  • Pemfigo volgare
  • Pemfigoide bolloso
  • Epidermolisi bollosa acquisita
  • Malattia ad IgA lineari
  • Pemfigoide della gestazione
  • Dermatite erpetiforme di Duhring
  • Dermatomiosite
  • Immunodeficienze
  • Malattie Autoinfiammatorie
  • Epidermolisi bollose ereditarie
  • Ittiosi ereditarie
  • Malattia di Darier
  • Malattia di Hailey-Hailey
  • Sindrome di Ehlers-Danlos
  • Pseudoxanthoma elasticum
  • Sclerosi tuberosa
  • Neurofibromatosi
  • Cheratodermie palmo-plantari
  • Acrodermatite enteropatica
  • Angiomatosi complesse
  • Lichen sclero-atrofico

Le malattie della pelle più comuni

Le malattie della pelle più comuni sono in realtà solo 6. Sono quelle più note, perché molto frequenti.

Dermatite

La dermatite è un'infiammazione della pelle che può avere diverse. Le più comuni sono l’eczema atopico, la dermatite seborroica e la dermatite da contatto, tipica di quando si entra in contatto con sostanze urticanti o irritanti, dalle ortiche alle sostanze chimiche, fino al veleno di alcuni insetti.

Psoriasi

La psoriasi è una malattia autoimmune, caratterizzata da un disordine di crescita e di attività dei cheratinociti, che formano delle placche rilevate, di colore rosso acceso, rivestite da squame biancastre. Questo disturbo cutaneo, estremamente comune, può comparire a qualsiasi età ed interessare qualsiasi parte della cute. Non è una malattia infettiva.

Verruche

Le verruche sono un’infezione causate dal virus del Papilloma umano e di conseguenza molto contagiose. Queste escrescenze si formano soprattutto sulle mani e sulle piante del piede e sono caratterizzate da un ispessimento dal colore grigio-giallastro. Le più comuni sono le verruche volgari, dette anche porri, e colpiscono soprattutto i bambini tra i 6 e i 15 anni.

Brufoli

I brufoli sono una malattia della pelle estremamente comune e possono essere di tipo infiammatorio o non infiammatorio. I comedoni chiusi, noti anche come pori della pelle (di colore nero o marrone scuro contenenti sebo), sono di tipo non infiammatorio, mentre gli altri, che sono più simili a pustole (spesso con la capocchia bianca), hanno un’origine infettiva. Tra i principali responsabili c’è lo stafilococco aureo.

Tumori della pelle

I tumori della pelle sono numerosi e per fortuna non tutti sono aggressivi. Puoi distinguere in carcinoma spinocellulare, carcinomi basocellulari (entrambi tumori cutanei non melanomatosi) e melanomi, che invece rappresentano i tumori cutanei con il tasso di mortalità più elevato.

Vitiligine

La vitiligine sono le chiazze bianche che compaiono su alcune zone del corpo (soprattutto viso, collo e polsi). Non è contagiosa perché dovuta a una mancanza di melanina.

Le cause

Le cause delle malattie della pelle sono numerose quante sono le malattie. Possono essere l’espressione di un’infezione (micosi, virus o batteri), come le verruche o i brufoli, o di una condizione autoimmune, proprio come la psoriasi. Talvolta sono causate da un’allergia o dallo stress, come succede molto spesso con le orticarie o le dermatite. Essendo estremamente estesa, la pelle è costantemente esposta ad agenti irritanti, infettivi e cancerogeni ed è normale che spesso si ammali. È importante partire dal presupposto che la maggior parte delle patologie sono a basso indice di gravità. Al tempo stesso la prevenzione (come l’annuale visita dal dermatologo per la mappatura dei nevi) è fondamentale per prevenire alcune patologie estremamente aggressive, come il melanoma.

I rimedi

I rimedi per le malattie della pelle dipendono molto dalla natura della patologia. Le dermatiti spesso si possono prevenire facendo attenzione allo stile di vita: mangiare bene, evitare prodotti chimici e detergenti aggressivi, riposare il giusto e fare movimento sono degli ottimi palliativi. È poi importante non lavarsi con acqua troppo caldo, indossare indumenti traspiranti e possibilmente di cotone ed evitare tutti quei metalli che possono creare irritazione. Per prevenire le infezioni, come le verruche, è bene seguire le più semplici norme igieniche: mai camminare scalzi in piscina e nei luoghi pubblici, inoltre è bene lavarsi sempre bene le mani.

Fonti| Mds Manuals; Niams

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.